roberto domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/01/2016

Palermo

Che succede a mia moglie?

Gentile Dot,ssa,
Sono separato da 15 mesi , io e mia moglie siamo in fase di divorzio e abbiamo un bambino di 4 anni.
Mia moglie si e separata da me in quanto ''come lei dice: io bevevo e non mi ama piu'!
In 15 mesi mia moglie ha messo un muro tra di noi, ma e’ capitato per queste feste di frequentarci per mio figlio.
Una sera ci siamo messi a parlare e chiariti molte cose non chiarite.
Mi dice che non ha nessuno giurandolo su sua madre deceduta da poco, e sta bene da sola con mio figlio…
Quella sera ci abbraciamo intensamente per 10 minuti intensi e lei piange e mi accarezza la schiena…io gli sussurro che mi manca!
Mi farebbe dormire da lei ma ha paura della reazione di nostro figlio vedendomi l ' indomani..mi dice di stare attento con la macchina che e' tardi...
In questi 15 mesi non sono riuscito ad odiarla( ho vissuto di tribulazioni continue e a volte perdevo anche l’ orientamento per questo lutto)
L’ indomani mi cerca e poi ancora…
Mi dice che gli piacerebbe se frequentassi di piu’ la sua casa per stare piu’ vicino a nostro figlio e di non illudermi!
Rispondo che non credo posso farlo perche’ rimarrei con la paura che in tutto questo si possa anche illudere mio figlio!
Io mi chiedo adesso:ma se lei sa dei miei sentimenti ancora vivi perche’ dice di frequentare la sua casa??
Non potrebbe darmi il bambino piu’ spesso che lo vedo ogni 15 giorni??
Perche’ mi ha aabbracciato e accarezzato la schiena??
Era un modo per dirmi mi dispiace di averti ucciso??
Ogni mio invito a pranzo fuori oppure un mio autoinvito da lei per stare insieme, la risposta e’ sempre positiva.
Sono in una fase di confusione…
Se la frequento starei con la speranza che qualcosa possa cambiare in lei e ricredere a cio' che abbiamo costruito.
Lei a volte e’ anche nervosa nel vedermi cambiato…
In questi 15 mesi sono morto…e sono rinato da 2 mesi…mi sono messo a nuovo, nemmeno mi riconosco...
Non ho piu' i genitori quindi pensate l' inferno che ho passato!
Ma quello che mi preoccupa di piu’ e mio figlio!!!
E' lunica cosa che mi e' rimasta in questa terra...
Quando e' con me faccio il carico dei giorni che non siamo stati insieme!!
Non vorrei nemmeno creargli false speranze!
Sono in una fase dove il cuore non va d’ accordo con la ragione e vado con cautela!!
Ma loro mi mancano da morire...
Cordiali saluti
Roberto

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Marta Cremonese Inserita il 21/01/2016 - 06:40

Buongiorno sig Roberto
Leggendo questa sua breve storia mi arrivano due emozioni forti contrastanti amore e rabbia.
Queste emozioni penso siano il denominatore comune nella relazione tra lei e sua moglie.
Purtroppo nonosso stare molto sulla rabbia, una rabbia di sua moglie per un passato da bevitore del marito e la sua di rabbia prima affogata nell'alcol poi per i lutti ancora non elaborati.
Starei sull'amore che lega questa relazione, e penso sia la leva sulla quale sua moglie si appoggia ed è l'amore per e verso vostro figlio.
Al momento siete genitori in primis
Le vostre energie vincolatele verso questa creatura.
Per quanto riguarda la vostra relazione, ed in particolare nel suo caso Roberto, perché e lei mi scrive, in questo momento penso quanto possa essere difficile per lei, perché si trova a dover elaborare un ulteriore vissuto di lutto quello della relazione con sua moglie.
Un caro saluto
Dott.ssa Dot.Sa Marta Cremonese