Lunapiena domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 07/10/2015

Caserta

Non credo più in me stessa

Salve, sono una donna di 34 anni con alcune storie d'amore alle spalle finite male. A parte la prima storia molto lunga, quelle successive sono andate sempre male.. Per lo più erano gli uomini ad allontanarsi da me...Io che di natura sono sensibilissima ne ho sempre sofferto (soffro tanto anche quando sono io a lasciare) e ciò ha inevitabilmente cominciato a minare in maniera pesante la mia già precaria autostima. Oggi io non credo più in me stessa, perché oltre ad avere un carattere un po' "fragile" ho anche dei problemi che mi pesano tanto, forse troppo e ciò incide ulteriormente sui miei rapporti interpersonali, soprattutto sentimentali... La situazione che mi pesa maggiormente è un problema abbastanza grave di ipoacusia corretto con piccole protesi (che nascondo accuratamente tra i capelli) che mi crea spesso disagio quando sono in compagnia di qualcuno, soprattutto che non conosco, giacché a volte faccio fatica a comprendere alcune parole e i toni bassi. Così nonostante tutti mi definiscano nel complesso una bella ragazza e abbia molti corteggiatori io non riesco ad attirare l'attenzione di un uomo al fine di costruire una relazione solida. Il punto è che io vorrei fare qualcosa per uscire da quest'impasse, perché ho tanto desiderio di trovare l'amore, ma ho completamente perso la fiducia in me stessa e non faccio altro che attribuire questo fatto al mio non essere né sentirmi abbastanza... E così mi trovo coinvolta in una spirale senza fine di copioni "negativi" che si ripetono, in cui già a partire dalla fase di conoscenza do un peso forse eccessivo a un rifiuto, perché lo vedo come una conferma di ciò che penso. Potrei gentilmente avere un Vostro parere riguardo a come affrontare sia la questione della scarsa fiducia in me sia la gestione del rifiuto? Vi ringrazio anticipatamente della cordiale attenzione.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 08/10/2015 - 08:55

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentilissima,

la scarsa fiducia che ha di sè, il disamore e la paura di amare e di abbandonarsi all'altro hanno radici così profonde da non poter essere risolte mediante qualche banale consiglio.
Si rivolga ad uno psicoterapeuta della sua città per un consulto: sarà lui/lei ad indicarle il tipo di lavoro più adatto al suo caso.

Resto a disposizione
dr.ssa Valentina Nappo
Psicologa e psicoterapeuta a Napoli Soccavo, Melito, Pompei, San Giuseppe Vesuviano
Terapia individuale e di coppia
www.psicodialogando.com