Clara  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/09/2021

Bologna

La mia amica si lamenta sempre e io non ce la faccio più, cosa fare?

Amo la mia migliore amica ma davvero sono esasperata. È innamorata di un ragazzo con il quale è andata male e questo episodio risale a quasi un anno fa. Purtroppo è ancora presente nella sua vita in quanto parte della stessa comitiva.
Da un anno continua a farsi domande, paranoie, a capire i suoi comportamenti e a provare a intermittenza ad avvicinarglisi come amica e poi tornare ad odiarlo. Il fatto che stia nella stessa comitiva crea non pochi disagi e scatena in lei costanti riflessioni oltre che illusioni.
Non sa nulla della sua vita ma continua a cercare di scoprire per vie traverse i suoi spostamenti e ogni giorno finisce per lamentarsi di lui o ad analizzare cose e atteggiamenti, arrivando a conclusioni negativissime o a conclusioni che alimentano le sue illusioni.
Io non ne posso più perché parliamo solo di quello, ripetendoci, per ore e ogni discorso è colmo di una negatività assordante e pieno di odio immotivato e giudizi gratuiti da parte sua per tutte le persone che circondano questo ragazzo.
Ho provato a dirle che non ne potevo più ma offesa mi diceva "vabbe scusa allora con te non ne parlerò mai più" e ci rimaneva male e si sentiva di non potermi raccontare più nulla, quando io semplicemente detesto le sue inutili speculazioni e il suo modo ossessivo di affrontare la cosa e non che lei mi parli dei suoi problemi. Ma finiva per entrare in mutismo selettivo totale, senza capire quale fosse il punto, dicendo che sono cose che la fanno soffrire e ha bisogno di un'amica che la ascolti, quando penso sia deleterio anche per lei perché alimenta la sua totale OSSESSIONE.
Sono sfinita e non so più come comportarmi.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Sacha Horvat Inserita il 22/09/2021 - 12:10

Milano
|

Buongiorno Clara,
spesso la vita delle altre persone parla di noi e cose che sembrano appartenere agli altri risuonano in noi stessi.
Come mai per lei il comportamento della sua amica risulta così disturbante da ricercare un aiuto psicologico? Per quale motivo è così tenace nel supportare la sua amica?
Le fa onore voler aiutare la sua amica e immagino che le sia grata per il supporto. Tuttavia, penso che questa situazione le stia aprendo uno spazio di riflessione su di sé che potrebbe meritare di essere accolto.
Un caro saluto.
Dott. Sacha Horvat

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 20/09/2021 - 09:40

Roma
|

Cara Clara, spesso quando un rapporto finisce e i contorni rimangono sfumati, magari perché si subisce la decisione o perché la persona rimane nella nostra vita, è difficile voltare pagina e soprattutto trovare tutte le risposte alle nostre domande.
A quel punto diventa quasi un'ossessione e un'unico argomento nelle conversazioni, nei confronti, nei bisogni di conforto. Sicuramente la tua amica si trova ingabbiata in questa bolla e non riesce a trovare la via d'uscita per ricominciare a vivere, è come se la sua vita fosse bloccata unicamente rispetto alla storia finita male e il suo unico scopo fosse capire cosa è successo. Certamente il tuo ascolto e il tuo supporto sono fondamentali, ma forse potrebbe farsi aiutare da uno specialista, anche perché il tuo sfinimento potrebbe mettere a rischio la vostra amicizia. Potresti suggerirglielo con dolcezza e soprattutto facendole capire che tieni a lei e che vuoi che risolva il suo malessere.
Resto a disposizione per qualunque chiarimento.
Un caro saluto
dott.ssa Loredana Trebisacce