T.  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/06/2021

Catanzaro

Lasciata incinta

Sono una ragazza di 32 anni fidanzata felicemente da 9 anni. Il nostro amore era bellissimo, eravamo complici in tutto, ma non riuscivamo a “sistemarci” perché lui era legato all’esito di un concorso pubblico che lo avrebbe portato, da qui a poco, a cambiare città. I piani erano che io lo seguissi successivamente. Mi ha sempre detto di amarmi, che non saprebbe immaginare un futuro senza me, che ero la donna della sua vita…insomma avevo trovato l’uomo della mia vita. Qualche giorno fa scopro di essere incinta…è stata una gravidanza completamente inaspettata da entrambi. Il mio approccio iniziale alla notizia è stato di paura, terrore, e lui allo stesso modo ha reagito così con la scusa che sarebbe partito da qui a poco e non se la sentiva di portare avanti questa cosa perché avrebbe sofferto la distanza. I giorni passano e lui mi abbandona…dopo qualche giorno in cui gli ho lasciato gli spazi per pensare mi dice che non mi ama più. La notizia della gravidanza gli ha fatto capire che non è con me che vuole creare la sua famiglia, che ha altri progetti e non vuole ne me ne il bambino. Io deciso di tenerlo e di continuare da sola la gravidanza…
Tutti, dagli amici ai parenti, mi dicono continuamente che questa notizia l’ha cambiato, che non è più la stessa persona, che sembra un altro ed in effetti dai messaggi che mi manda in cui mi dice di non amarmi non è lui, non è il ragazzo con cui ho vissuto i 9 anni più belli della mia vita, non è il mio complice. Il giorno prima della scoperta della gravidanza facevamo progetti per il futuro (avevamo prenotato anche un viaggio estivo, dormiva a casa mia, mi faceva regali importanti) il giorno dopo nn mi ama più.
Io lo amo da morire e sto soffrendo tantissimo ma ho deciso di non pressarlo.
Cosa posso aspettarmi?? Grazie per la risposta
PS lui ha 35 anni…quindi non è neanche un bambino.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Sacha Horvat Inserita il 18/06/2021 - 10:23

Milano
|

Buongiorno T.,
lasciare tempo alle persone per pensare e metabolizzare gli eventi è una scelta saggia. Tuttavia, una relazione duratura e da "complici" come la vostra potrebbe meritare l'apertura di uno spazio condiviso per esplorare le motivazioni che hanno condotto alla separazione. Il suo compagno si trova in una situazione certamente complessa, con decisioni importanti da prendere, esattamente come lei. A volte, determinati comportamenti e scelte nascondono delle paure e dei timori che è meglio scoprire ed elaborare.
Un caro saluto
Dott. Sacha Horvat

Dott. Matteo Radavelli Inserita il 16/06/2021 - 09:54

Arcore
|

Gentile T,
auguri per il periodo che sta vivendo e che vivrà nei prossimi mesi e grazie per averci contattato. Come scrive lei credo sia molto utile in questo momento dargli tempo e darvi tempo ad entrambi poiché lui potrebbe avvertire di essere in mezzo a due vie che si escludono. Potrebbe sentire di dover scegliere tra il trasferimento lavorativo tanto atteso e la vostra famiglia. Allo stesso modo potrebbe essere vincolato da altri meccanismi o pensieri che non conosciamo. Quindi, innanzitutto, le consiglio di darvi tempo in secondo luogo di valutare se effettuare dei colloqui di coppia o individuali. In entrambi i casi potreste trarre giovamento.
Resto a disposizione,
Dr. Matteo Radavelli