Ilaria  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/06/2021

Roma

Come gestire degli atteggiamenti indesiderati

Salve,
Sono una ragazza di 25 anni e da 4 mesi frequento un ragazzo di 28 anni. Fin dall'inizio con lui mi sono trovata bene, ultimamente però ha dei comportamenti che mi fanno rimanere molto male. Per esempio lo scorso weekend gli ho chiesto se sarebbe potuto venire a prendermi alla stazione del treno, visto che ero di ritorno da un viaggio di lavoro. Nonostante gli avessi chiesto di farmelo sapere il prima possibile, solo il giorno prima mi ha detto che non sarebbe venuto, perchè avrebbe dovuto fare troppi km, dovendo lui andare già fuori quel giorno. Gli ho detto di esserci rimasta male, ma lui mi ha detto che non è un suo problema, perchè dovevo organizzarmi da sola e che non posso pretendere che lui mi venga a prendere.
Inoltre a breve dovrei laurearmi e fra due giorni ho l'ultimo esame, quindi sono un po' agitata. Questo weekend è venuto a dormire a casa mia, e stasera doveva uscire con degli amici, ma aveva detto che sarebbe poi tornato a casa a dormire da me. Dopo un po' che è partito mi ha detto che non sarebbe più tornato a dormire perchè la macchina serviva alla mamma, e che sarebbe venuto domani mattina. Io gli ho proposto di andarlo a prendere, perchè visto il periodo un po' agitato mi avrebbe fatto piacere dormire insieme a lui, anche perchè ci vediamo solo nei weekend. Ma lui non ne ha voluto sapere. Ci sono rimasta molto male di questa cosa, come di quella precedente, soprattutto per la mancanza di ascolto che ho ricevuto da parte sua. Questi atteggiamenti mi fanno stare male e mi fanno sentire confusa e arrabbiata.
Quello che mi domando è se esagero io nel volere che una persona si prenda cura di me così tanto, soprattutto in un periodo di stress e ansia come questo, o se devo solo interrogarmi su che tipo di persona è lui e se forse non siamo compatibili perchè non vogliamo le stesse cose. Sopratutto perchè so che se avessi avuto l'opportunità, al suo posto sarei sicuramente andata a prenderlo alla stazione o lo avrei raggiunto a casa anche a tarda notte.
Un ultimo aspetto che vorrei aggiungere è che quando abbiamo dei rapporti sessuali, soprattutto i primi tempi, dopo che lui viene, non pensa subito alla mia di soddisfazione, ma ci pensa la volta dopo o quella dopo ancora, quindi spesso neanche il giorno stesso, ma uno o due giorni dopo. Per me questa è una cosa nuova, sono sempre stata abituata, nelle mie 4 relazioni precedenti, a persone che pensavano subito anche a me. Gli ho esposto il mio problema e mi è abbastanza venuto in contro, ma lui comunque a parole tratta la cosa come se andasse bene come fa lui e basta, che io sono esagerata. Questo come in tutte le situazioni in cui io gli espongo un mio problema sembra non interessargli il fatto che io ci possa essere rimasta male e rimane solo convinto della sua posizione.
Non capisco se mi trovo davanti ad una persona per niente empatica e con scarsa voglia di dialogo e di capire l'altro, o se sono io esagerata e dovrei vivere alcune cose più serenamente.
Grazie mille a chi mi risponderà.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Matteo Radavelli Inserita il 16/06/2021 - 10:04

Arcore
|

Gentile Ilaria,
dal suo messaggio credo emerga un forte desiderio di una relazione accogliente, appagante, che possa completarla ma che non trovi tutto questo nella relazione attuale. Il consiglio che posso darle è concentrarsi su ciò che lei desidera, sente e vuole per se stessa e metta se stessa al primo posto piuttosto che sforzarsi di modificare degli ingranaggi che, al momento, non si incastrano. Credo inoltre possa esservi utile parlare di cosa entrambi vi aspettate da una relazione e comprendere se i vostri punti di vista abbiano punti in comune o possiate venirvi incontro.
Resto a disposizione,
Dr. Matteo Radavelli

Dott.ssa Chiara Rossignoli Inserita il 15/06/2021 - 11:26

Milano
|

Buongiorno Ilaria,
credo che la domanda che si deve porre è di cosa ha bisogno lei, al di là che possa essere qualcosa di esagerato per il suo ragazzo o meno.
In una relazione si risponde uno ai bisogni dell'altro, quindi deve chiedersi se questo ragazzo è in grado darle quello di cui lei ha bisogno, in questo caso di prendersi cura di lei e ascoltarla, e in caso capire se questa cosa le va bene o meno.
Un caro saluto
Dott.ssa Chiara Rossignoli