Elisa  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 24/01/2021

Lecco

Solitudine e desiderio

Buongiorno
Ho 27 anni e sono un'infermiera.
A Marzo 2020, dopo 9 mesi di missione in Madagascar, sono dovuta rientrare in Italia lasciando così dall'altra parte del mondo il ragazzo di cui sono innamorata.
A causa del Coronavirus tutte le procedure burocratiche messe in atto per permettergli di trasferirsi in Italia sono state bloccate e, ad oggi, è quasi un anno che siamo lontani.
Ci sentiamo poco per problemi logistici e di connessione.
Se penso al mio futuro lo sogno accanto a lui ma, in questo momento, mi seno terribilmente sola.
Percepisco un vuoto interiore che vorrei colmare con la fisicità di un altro uomo, sento spesso il desiderio di avere un rapporto sessuale con qualcuno o forse semplicemente di ricevere affetto e attenzioni.
La mia quotidianità lavorativa non mi aiuta e l'impossibilità di avere contatti con il mondo esterno, per via di questa terribile pandemia, mi fa sentire ancora più sola.
Conosco le reali sofferenze umane e so bene che i miei problemi, a conforto, sono effimeri, ma oggi sento solo un gran bisogno di piangere.
Come posso superare tutto ciò?
E.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Beatrice Segalini Inserita il 26/01/2021 - 12:54

Milano
|

Gentile Elisa, vivere una relazione a distanza può essere difficile.
Non condividere la quotidianità perchè è impossibile al momento per voi rivedervi ed è difficile sentirvi crea ancora più lontanza e solitudine ed è del tutto naturale che viva queste emozioni dolorose.
Se sente di poterlo fare, potrebbe condividere con lui alcune emozioni per trovare insieme un modo di sentirvi più vicini. Allo stesso tempo può riflettere su quanto dar voce e spazio ai suoi bisogni affettivi e sessuali.
Resto a disposizione.
Un saluto
Dott.sa Beatrice Segalini

Dott.ssa Katarina Faggionato Inserita il 24/01/2021 - 23:40

Cara Elisa,
si può sempre trovare qualcuno che soffre di più, ma ogni difficoltà e ogni persona hanno bisogno di comprensione. C'è un motivo del Suo bisogno di piangere. Si sente terribilmente sola, Le manca la persona che ama e non vede al momento la possibilità di riaverla vicino a sé. Non è facile dirLe come può superare tutto questo. Un pensiero che forse La aiuterebbe un po' è la temporaneità della situazione che stiamo vivendo. Non sappiamo quanto durerà, ma certo non all'infinito. E nel frattempo, in base a quelli che sono i Suoi valori e che nessun altro può stabilire né giudicare, si può ragionare sul da farsi in modo da non stare così male.
Cordialmente,
Dott.ssa Katarina Faggionato