Dalia  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 02/12/2020

Grosseto

Infedele cronica

Salve, ho 36 ed ho sempre tradito tutti i miei partner.
Non per soddisfare piaceri sessuali, ma per l'atto in sé della conquista. Appena ricevo attenzioni, non riesco a non flirtare fino ad infaruarmi ed innamorarmi, anche di persone improbabili e in condizioni assurde (es lui malato terminale, o lui che vive dall'altra parte del mondo). Nonostante ciò perdo la testa anche se fidanzata, e tradisco. É così da sempre, e sono molto triste perché rovino relazioni bellissime con persone stupende, ma non riesco mai ad evitare che ciò accada. Perché? Cosa fare?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Patrizia Nerini Inserita il 02/12/2020 - 16:02

Imola
|

Gentile Dalia, molte possono essere le motivazioni che spingono le persone a tradire, ma quando ciò avviene in modo ripetitivo e costante, è importante indagare più a fondo ciò che sottende il comportamento del tradire.
In questa breve risposta toccherò solo alcuni dei motivi che possono condurre una persona a tradire ripetutamente, perché comunque non è possibile, in questo spazio, dare risposte esatte e certe non avendo in carico un paziente, ma sicuramente si può suggerire qualche riflessione utile al riguardo.
Le riflessioni partono anche dal farsi alcune domande:
Quando tradisci cosa provi in quel momento? Quale emozione ti suscita? Cosa ti fa sentire? Cosa ti ricorda?
Noi spesso rimaniamo vittime di meccanismi che si ripetono all’infinito, fino al momento in cui, ci rendiamo conto di quello che accade dentro noi: a volte ci può essere il bisogno di tradire per sentirsi importanti e unici per qualcuno, come se nella nostra vita questo non ci sia riuscito mai davvero, oppure a volte si tenta di trovare un appagamento totale in cui annullarsi guardando solo l’aspetto esteriore ed emozionante che da il continuo innamoramento, perché in realtà facciamo molta fatica ad integrare in una relazione sola anche gli aspetti inevitabilmente negativi che ogni relazione amorosa anche comporta.
Spesso chi tradisce in modo ripetitivo è alla ricerca di una persona unica che possa darti tutto, ed essendo questo difficile nella realtà, si cerca di completare ciò che manca unendo più persone insieme che possano soddisfare il nostro bisogno di sentirci al centro della vita dell’altro e sempre in uno stato adrenalinico.
Possiamo considerare questa , una modalità un po’ magica, che può essere legata anche a fasi della vita infantile in cui non siamo riusciti ad avere un rapporto positivo e completo con la figura materna o genitoriale e, quindi, continuiamo sempre a cercarla nella speranza di riuscire a soddisfare questo antico bisogno.
Spero che queste riflessioni possano esserle di aiuto.
Dott.ssa Patrizia Nerini

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 03/12/2020 - 12:22

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Dalia,
Poiché lei si definisce una "infedele cronica", quindi il suo comportamento la accompagna da molto tempo ormai nella sua vita, configurandosi come uno stile relazionale, le può essere utile chiedersi come mai oggi questa immagine di Dalia risulti più intollerabile per lei?
Cosa sta accadendo nella sua vita in generale oggi? Come sta?
E in che misura potrebbe aiutarla affrontare questo disagio?
Ossia, che tipo di vita si aspetta qualora cessi di essere "infedele cronica"?
Detto ciò, credo che per comprendere come mai lei necessiti di "attenzioni" continue, sia necessario approfondire meglio la sua storia per capire che funzione abbia svolto fin'ora questo comportamento e perché ora lei voglia sospenderlo.
Che tipo di persona si immagina sarebbe Dalia se, per ipotesi, potesse eliminare definitivamente questo comportamento?
Una consulenza psicologica individuale può aiutarla ad affrontare questi aspetti efficacemente.
Un caro saluto.
Dott. ssa Anna Marcella Pisani (Roma).