Tatta domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 12/06/2015

Frosinone

Come riuscire a Perdonarsi?

Buongiorno, sono una ragazza di 24anni, ho avuto una relazione (iniziata prestissimo con un ragazzo di anno più grande di me)che è durata 10anni che è finita l'anno scorso dopo l essere venuta a conoscenza di soffrire di una malattia rara che mi porterà ad avere non pochi problemi per avere un figlio.
Questa notizia mi ha reso fuori di testa, ero arrabbiata con tutto e tutti e non riuscivo a tollerare che il mio ragazzo non avesse reazioni, cercava di fare finta di niente per farmi sentire normale, ma più ignorava il problema più io m arrabbiavo e mi sentivo male di più anche fisicamente.
Ci lasciamo a marzo e dopo tantissime bugie dette da lui per allontarmi e far in modo che io stia bene(così credeva lui), a dicembre,dopo aver saputo che avesse perso la testa per la sua nuova collega di lavoro, io mi butto sulle braccia di un altro per dimenticare il dolore.Non accettavo che lui non m amasse più.

Ogni volta gli ribadivo che lo stavo aspettando, e lui mi rispondeva solo"Ti auguoro felicità, io non posso renderti felice"

Finisco per fare sesso(Provando la sensazione più brutta della mia vita, mi sono sentita sporca e ancora mi sento così) con questo nuovo ragazzo con cui finisce pocodopo,e racconto ttt al mio ex.
Lui va fuori di testa dicendomi finalmente ttt la verità, lui m amava ancora ma aveva paura di farmi stare peggio di salute e stava solo cercando un modo per "salvarmi"da lui.
Dopo poco,ubriaco,va al letto con un altra anche lui..e piangendo torna da me.

Tra pianti e discussioni.
Ci riproviamo da 3mesi.

Ma nessuno dei due riesce a dimenticare quello che abbiamo fatto.
L amore tra noi è veramente magico.
Ma appena torniamo alla realtà.
Ricomincuano i problemi.
Come riuscire a perdonarsi? :(

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 26/06/2015 - 21:22

Viterbo
|

Cara ragazza,

una relazione iniziata nel periodo adolescenziale implica necessariamente, con il passare degli anni, una serie di cambiamenti individuali e di coppia.
La "malattia rara" che lei cita implica proprio uno di questi cambiamenti, importanti per una donna, soprattutto per lei vista la giovane età.
Voi probabilmente non siete riusciti a far fronte alla prima (credo) importante crisi di coppia.
Ormai quello che è successo va semplicemente elaborato senza però alimentare ulteriori scontri e recriminazioni, soprattutto se insieme avete intenzione di recuperare il rapporto.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo clinico e forense, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica