Angela  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 15/03/2020

Treviso

Non riesco a fare l'amore

Salve,
Mi rivolgo a voi per un parere e un consiglio.
Ho diciannove anni, sto con il mio ragazzo da 11 mesi, ma non riesco a volere un rapporto completo con lui. Non ci penso mai.
Premetto di non averlo mai fatto, lui è il mio primo bacio, e altre due cose: sono stata in terapia per degli attacchi di panico due anni fa, che mi ha poi portato a ricordare un evento rimosso, ovvero una/delle molestie psicologiche e sessuali subite a 7 anni. Non sono mai riuscita a ricordare del tutto.
Il fatto è che il pensiero di quell'uomo non mi ossessiona più, non ho né attacchi di panico, né di ansia, ma a volte resto particolarmente (o troppo) sensibile ad argomenti di sfera sessuale, sia in contesti positivi che negativi.
La mia domanda è questa: è normale non volere il sesso nella propria vita?
Secondo mio moroso è per il mio passato, ma non può essere semplicemente che io non sia interessata all'atto?
E il consiglio riguarda la sua/vostra opinione: dovrei tornare in terapia o non è necessario?
Grazie mille in anticipo,
un cordiale saluto

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 15/03/2020 - 14:26

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Angela,
da ciò che narra, mi pare di capire che la sua inibizione sessuale sia riconducibile ad eventi traumatici subiti in passato ("molestie psicologiche e sessuali") che non hanno ancora trovato un'elaborazione completa, e quindi attivano dentro di lei una sorta di meccanismo di protezione.
Questo meccanismo le impedisce di avvicinarsi al sesso poichè ancora associato ad eventi dolorosi, quindi è del tutto comprensibile e coerente con quanto le è accaduto, che non desideri avere un rapporto sessuale.
Consideri che l'area sessuale rappresenta una aspetto fondamentale della nostra esistenza, è collegato al nostro istinto di vita, al piacere in generale e quindi, qualora non se ne avverta l'esigenza, può significare che sta prevalendo un aspetto inibitorio/depressivo molto forte che può interferire significativamente con l'equilibrio psico-fisico.
In pratica affermare di "non volere il sesso nella vita" non può coincidere con una condizione di benessere ed equilibrio mentale.
Pertanto, le consiglio di richiedere una consulenza psicologica individuale che la aiuti a fare maggiore chiarezza su questi aspetti in modo da restituirle la parte vitale e gratificante della sua esistenza.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Claudia Irene Gambero Inserita il 15/03/2020 - 13:19

Milano - Centro storico
|

Salve Angela,
Non credo che ci sia una risposta "si/no" alla sua domanda dato che ognuno è diverso e fa esperienze di quello che ha dentro di sè e di quello che succede fuori da sè uniche.
Quello che mi viene da sottolineare è che la sessualità riveste un ruolo fondamentale nel benessere della persona e nella qualità della vita che essa conduce. Il sesso inteso come desiderio sessuale è una componente della nostra identità, della nostra persona. Quando una persona viene da me e racconta di non provare desiderio, la prima cosa che mi chiedo è cosa stia bloccando l'espressione di una parte di questa persona.
Ovviamente la necessità di tornare o non tornare in terapia la deve percepire lei. Quanto sente che questa mancanza le crei problemi? sia come persona che come coppia.
Spero di aver risposto a qualche suo dubbio,
Saluti
Claudia Irene Gambero