Sharon  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/02/2020

Torino

Mi sento non voluta

Salve, ho 20 anni e da ottobre convivo con il mio ragazzo (23) per studi universitari.
Noi stiamo insieme da 3 anni quasi esatti ed è tutto rose e fiori, se non fosse però per un problema abbastanza grave, ovvero i nostri rapporti intimi.
I primi due anni andava tutto a meraviglia, abbiamo fatto le cose con calma perché io ero abbastanza piccola ma non mancava mai la voglia di fare qualcosa. Da un anno a questa parte invece è cambiato tutto, lui non ha quasi mai voglia di avere rapporti e se facciamo qualcosa parte tutto da me. Sono tre mesi che non facciamo l'amore, solo preliminari. Lui mi ha spiegato, è stressato per l'universitá ,non si stacca un minuto dal PC per studiare (fa la magistrale di ingegneria informatica ora) tant'è che alla laurea triennale si è laureato con una sessione in anticipo. Io lo capisco e gli credo, ma il problema è che non prova a risolvere questa situazione. Io ci soffro, ogni tanto ho delle crisi di pianto quando lui non c'è, ho una paura immensa che lui non provi più attrazione nei miei confronti e che questo periodo non finirà. Mi attribuisco in un certo senso la colpa, non mi sento abbastanza per lui fisicamente quando prima sembrava mi adorasse sotto questo aspetto. Non so cosa pensare, se il suo sia un valido motivo o se c'è qualcos'altro sotto perché mi sembra strano che un ragazzo di 23 anni non abbia quasi più nessun impulso sessuale

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Marinella Magnani Inserita il 24/02/2020 - 15:03

Torino
|

Salve Sharon, la situazione che racconta mette in evidenza diversi aspetti: siete una coppia molto giovane ma state crescendo insieme, non solo dal punto di vista anagrafico ma per le nuove sfide che la vita vi porta, sia singolarmente che come coppia: questo, nel caso del suo fidanzato, sta significando in questo momento concentrarsi moltissimo sullo studio, in vista dei suoi obiettivi futuri. Siete passati da una fase di scoperta reciproca, anche a livello sessuale, ad una in cui probabilmente vi sentite entrambi più sicuri di ciò che potete chiedere l'uno all'altro: non necessariamente una fase di "routine", ma un periodo in cui spesso è abbastanza normale che ci sia una ricerca meno vivace dell'intimità e ci si concentri di più su altri aspetti. Senz'altro è importante che continuiate a parlare della questione, che per lei è vissuta con fatica e soprattutto con la preoccupazione di non essere più attraente o interessante per il suo ragazzo (può essere difficile parlare apertamente con lui di questo suo timore, ma può portarvi ad eliminare possibili fraintendimenti), può essere però che per lui, in questo momento di grande impegno nello studio, ci sia il desiderio di "rilassarsi" in altri ambiti come anche quello sessuale, di non dover "dimostrare" qualcosa. Forse può essere l'occasione per esplorare e vivere a fondo altri aspetti della vostra intimità, che vi permetteranno comunque di sentirvi vicini anche in questa fase e non meno uniti di prima: anche i preliminari, le carezze, la tenerezza, possono comunicare passione e desiderio.
Saluti, Dott.ssa Marinella Magnani

Dott.ssa Sara Vassileva Inserita il 19/02/2020 - 18:05

Gentile Sharon, il suo fidanzato potrebbe davvero essere stressato a causa dell'università, ma ciò non toglie che a lei questa situazione stia recando sofferenza e disagio. E' importante che lei parli con il suo fidanzato, spiegandogli come si sente e che cosa la turba, per cercare di capire insieme come poter affrontare il problema e chiarire la situazione.
Saluti, Sara Vassileva