Alessandra  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 18/11/2019

Roma

Relazione e convivenza

Buonasera sono una ragazza di 28 anni e da 12 sono fidanzata con un ragazzo di due anni più grande. Purtroppo non posso in poche righe raccontare tutta la nostra storia, ma in linea di massima da 3anni a questa parte è andata davvero molto bene! Siamo una coppia molto unita e complice, ci amiamo e rispettiamo a vicenda! Purtroppo è circa una settimana che lui è molto giù di morale dicendo che non si sente “realizzato “e tra le varie cose legate principalmente al lavoro oggi esce fuori che un suo pensiero preoccupante è quello della convivenza! Premetto che io lavoro da solo un anno perché ho sempre studiato e lui da tre per lo stesso motivo, quindi prima di quest’anno il discorso nasceva più come un “non vedo l’ora di andare a vivere insieme “ che poi non si poteva concretizzare. Quest’anno però le cose sono cambiate in quanto la possibilità economica, con qualche sacrificio, ci sarebbe, ma a detta sua nonostante sia la cosa più bella che possa volere, C’è qualcosa che lo frena, non legato alla voglia di stare con me o a quello che prova.Alla mia domanda su cosa fosse non sapeva rispondere e questo mi spaventa molto! Lui è contrario all affitto perché ha comprato la casa della nonna un paio di anni fa, dove attualmente la nonna ancora abita! È una persona molto rigida, se le cose non vanno come dice e vuole lui allora vede tutto nero. Ora da parte mia non so bene cosa fare, stiamo insieme da così tanto tempo che questa situazione mi sembra assurda, soprattutto pensando alla voglia che c era da parte di entrambi! Non nego che ci sarebbero delle difficoltà ( abitiamo in zone opposte e abbiamo due animali da portarci dietro) ma penso anche che se si vuole le cose si affrontano e si risolvono insieme.
Cosa posso fare? Come dovrei comportarmi?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Sara Vassileva Inserita il 19/12/2019 - 11:50

Gentile Alessandra, lei dice: le cose si affrontano e si risolvono insieme, questa deve essere l'idea con cui portare avanti la discussione su ciò che è meglio fare. E' importante parlarne tra voi e capire i rispettivi dubbi, timori, preoccupazioni, ma anche come potrebbe migliorare la vostra relazione se decidete di convivere e sull'idea che entrambi avete di come poter raggiungere tale obiettivo (la convivenza). E' giusto cercare le risposte insieme, come coppia.
Saluti, dottoressa Sara Vassileva