Alessandra  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 17/07/2019

Consapevolezza e paura di affrontare la realtà.

Buongiorno,
Scrivo in quanto sento che la pressione che ho addosso è sempre più intensa tanto che mi sento schiacciata da me stessa.
In breve: quasi due anni fa ho scoperto che il mio compagno, padre di mio figlio di 4 anni e mezzo, mi tradiva da un anno e mezzo con un altra donna.
Nonostante il dolore siamo ancora insieme, ho provato a perdonarlo per mio figlio, lui dice di amarmi.. Ma io non
Ma io ho capito di non essere in grado di perdonarlo, per di più sono arrivata alla consapevolezza che non lo amo più. Sento di non volere un futuro con lui... Mi parla di sposarci e di volere altri figli con me. Io non desidero più tutto questo con lui.. io fingo per paura di ferirlo , ferire mio figlio, le nostre famiglie, per paura che se lo dovessi lasciare aumenteranno di conseguenza tutte le Difficoltà, soprattutto L infinita paura di destabilizzare mio
Rimanendo senti che sto andando contro me stessa e i miei valori, contro la mia felicità .
Se decido di separarmi che è ciò che sento sia più giusto perché la tensione e il non riuscire a liberarmi da questo peso ho paura possa sfociare in qualcosa di sempre più grande e doloroso.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 17/07/2019 - 11:00

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Alessandra, leggendo il suo messaggio ho percepito la sua sofferenza e il sentimento conflittuale da cui essa origina.
Pertanto, poiché concordo con lei quando manifesta il timore che questo malessere possa "sfociare in qualcosa di sempre più grande e doloroso", credo sia utile che si conceda uno spazio per capire cosa sia meglio fare per lei.
Ossia, provi ad ampliare l'esplorazione dei suoi stati d'animo con la guida di un terapeuta che possa aiutarla ad elaborare l'episodio del tradimento e tutto ciò che attiva in lei ciò.
Consideri, infatti, che subire un tradimento può suscitare sentimenti contrastanti che vanno accuratamente analizzati ed elaborati sia nel caso in cui si decida di perdonare il partner, sia nel caso in cui si decida di interrompere la relazione.
Una consulenza psicologica individuale, può aiutarla a superare questa fase difficile della sua vita.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).