Veruska  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 16/05/2019

Perugia

Problema nella relazione a distanza

Buonasera,
Vi espongo il mio problema.
Ho una relazione a distanza (700 km) con una persona da circa un anno e mezzo.
Premesso che lui è molto geloso e possessivo, ci vediamo molto poco circa 2/3 giorni ogni 40/50 per problemi lavorativi.
Il problema è che durante i periodi in cui non ci possiamo vedere lui vuole che ogni momento libero lo passi con lui al telefono, non posso uscire con una amica, fare sport, dedicarmi ai miei interessi, ecc ecc....non solo per una questione di gelosia ma anche perché poi dice che io preferisco tutto ciò a lui non capendo che per me è importante ritagliarmi uno spazio per me, tanto più che lui è stato chiaro fin dall'inizio dicendo che la nostra sarà sempre e solo una relazione a distanza perché non ha intenzione e di trasferirsi da me e io pur volendo non posso trasferirmi da lui.
La mia domanda è....data l'età di entrambi, io 40 e lui 42, è possibile vivere una relazione a distanza così esclusiva e totalizzante dimenticandosi della vita reale e dei proprio interessi? Lui non sente motivazioni, ho provato a spiegargli i miei bisogni ma lui mi ha risposto che vivere così non ce la farebbe perché troppo geloso.
Attendo una vostra risposta perché pur amandolo sono molto in crisi.
Grazie. Cordiali saluti

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta Altieri Inserita il 17/05/2019 - 09:09

Milano
|

Gentile Veruska,
la domanda che lei pone ("è possibile vivere una relazione a distanza così esclusiva e totalizzante, dimenticandosi della vita reale e dei propri interessi?") mette in luce due aspetti importanti, cioè che lei percepisce il rapporto come in parte slegato dalla realtà (in pratica è un rapporto prevalentemente telefonico) e che le fa mettere da parte se stessa ("non posso uscire con un'amica ecc..").
Viene da chiedersi cosa le dia, invece, di vitale questa relazione, cosa lei ami di quest'uomo, come la faccia sentire il fatto di essere così condizionata da lui in ogni suo atto quotidiano, perfino a 700 km di distanza.
Lui cosa fa nel tempo libero?
Le e' già capitato di vivere relazioni simili?
Siete entrambi più che adulti, eppure avete impostato la vostra storia su una distanza incolmabile (non vivrete mai insieme) ma estremamente vincolante, almeno per lei.
Quando l'altro, che dice di amarci, non accoglie i nostri (sani) bisogni fondamentali, c'è di che riflettere.

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 16/05/2019 - 11:15

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Veruska,
da ciò scrive, mi sembra di capire che la dinamica di controllo del suo compagno sia innescata proprio dalla vostra distanza fisica, spaziale e probabilmente lui è "geloso" proprio perchè non può avere il pieno controllo della situazione poichè siete distanti.
Pertanto è possibile che le sue richieste di uno "spazio" per se stessa vengano percepite da lui come un ulteriore distanziamento affettivo tra di voi.
Quindi la domanda è: come mai, al di là dei "problemi lavorativi", non potete concedervi una maggiore vicinanza e contatto affettivo, che potrebbe consentirvi di vivere e godere della vostra relazione?
E' infatti contraddittorio l'atteggimento mostrato da lui: "non ha intenzione di trasferirisi" ma è "geloso", una posizione di ambivalenza che rende la vostra relazione poco soddisfacente affettivamente.
Quindi, è importante che vi chiediate quale funzione possa svolgere nella vostra vita una relazione in cui manca il vissuto quotidiano e sembra che non ci sia la possibilità di fare un progetto di vita comune, poichè entrambi siete impegnati in altro ("non ha intenzione di trasferirsi" e "io pur volendo non posso trasferirmi da lui").
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).