Daniela  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 11/04/2019

Milano

Marito passivo aggressivo

Buonasera
Mio marito ha un atteggiamento passivo aggressivo..ho letto le caratteristiche e le ha tutte..
Come devo comportarmi io per fargli capire i suoi errori?come posso evitare che questo suo atteggiamento mi danneggi?
Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 11/04/2019 - 17:06

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Daniela,
Comprendo la sua difficoltà nella gestione della relazione con suo marito e penso che possa efficacemente affrontare la situazione iniziando a confrontarsi con lui.
Ossia cercare di capire come si senta lui e come mai abbia scelto questa modalità disfunzionale nella gestione dell'energia aggressiva.
Consideri infatti, che generalmente, il soggetto che adotta questa strategia, ha difficoltà a manifestare direttamente ciò che prova.
Questo accade per diversi motivi:
1. Timore di creare conflitti diretti
2. Difficoltà ad affrontare l'altro
3. Inclinazione provocare l'altro allo scopo di metterlo in difficoltà
4. Suscitare nell'altro l'aggressività aperta e manifesta che lui non riesce ad esprimere
Quindi, bisogna capire cosa attiva questi meccanismi, ossia: secondo lei da cosa è infastidito suo marito che lo induce ad evitare di fare qualcosa sapendo che lei proverà un disagio per questo?
Quali sono gli ambiti in cui l'aggressività passiva si manifesta maggiormente?
Fin'ora come ha reagito lei all'atteggiamento di suo marito?
Come definirebbe la vostra relazione, al di là della problematica qui descritta?
Consideri che limitarsi a sottolineare che l'aggressività passiva sia negativa, non è efficace affinché suo marito cambi atteggiamento. In questo modo si sentirebbe giudicato e quindi potrebbe allontanarsi emotivamente da lei.
È invece più utile fargli notare che lei soffre per questo, sa che soffre anche lui e che è motivata a risolvere i problemi insieme. Che le è vicina e desidera migliorare le cose, quindi è importante che gli chieda in che modo lei può aiutarlo per modificare atteggiamento.
Se desidera approfondire la questione, può scrivermi o contattarmi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 12/04/2019 - 09:22

Milano
|

Gentile Daniela, è comprensibile questa sua difficoltà nella relazione con il marito e il tentativo di superare questo conflitto. Tuttavia, non le si puo' dire nulla di sensato se non si comprende appieno la situazione. Questo comportamento è solo tra di voi oppure è una modalità che emerge in altre situazioni? Nella sua storia, ha avuto altri comportamenti simili? Che rapporto ha con le altre donne? Lui avverte un disagio per questo comportamento, vorrebbe cambiare? E lei signora Daniela, ha incontrato sempre questa modalità relazionale negli uomini? Ha letto su internet e si è documentata, ha fatto bene. Tuttavia, metterei in evidenza il fatto che si è saltato uno step: quello della diagnosi o meglio, per usare un termine meno medicalizzato, la comprensione della situazione. Solo dopo si potrà capire quali siano i possibili cambiamenti che possono essere ricercati. Ha mai pensato di chiedere un consulto? Cari saluti.