Beatrice  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 29/01/2019

Monza e Brianza

Paura di rimanere sola

Buonasera, mi chiamo Beatrice e ho 24 anni. Da quasi 3 anni sono single, dopo aver chiuso una storia di 2 anni, causa tradimenti di lui. Subito dopo la rottura, c'è stata un'evoluzione totale della mia persona: sono diventata sicura di me, sono migliorata nelle relazioni e mi sono iscritta all'Università; in sostanza, ho pensato a me. I primi 2 anni da single sono stata felice ed ero serena anche se non avevo un ragazzo, ma nell'ultimo anno sto sentendo questa mancanza sempre di più... sta ormai diventando un'ossessione e ciò è causato anche dal fatto che vedo le mie amiche andare avanti (convivenza o progetti) mentre io ho la sensazione di rimanere indietro. E' una situazione che mi fa stare molto male e spesso non riesco ad essere felice al 100% quando agli altri capita qualcosa di bello in campo amoroso. Mi piacerebbe molto sposarmi e avere dei bambini in futuro e questo pensiero di avere una vita in solitudine mi terrorizza.
Spero di ricevere un aiuto.
Grazie in anticipo a chi risponderà!

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Mirella Caruso Inserita il 30/01/2019 - 10:25

Milano
|

Salve Beatrice, sarebbe opportuno elaborare (ripensare) quel rapporto con il suo ragazzo interrotto due anni fa. La tradiva..e poi? Si è sentita mortificata..poco adeguata..messa da parte... quali sono state le sue emozioni, gli affetti, i pensieri? Da quando è terminata la relazione, ha iniziato a occuparsi di se stessa, a diventare migliore, a studiare. E allora perché dovrebbe ancora occuparsi degli uomini che tradiscono e fanno star male? Se si pone disponibile per una relazione affettiva potrebbe avere il timore di soffrire, di essere bistrattata, messa da parte.Viceversa, se tiene lontana da sé ogni relazione, può occuparsi della sua vita ma...il tarlo della solitudine la assilla, il suo inconscio "ricorda" che il desiderio dell'Altro non può essere messo in sordina. Credo sia opportuno che possa approfondire questa situazione. Cari saluti.

Dott.ssa Mirella Caruso- Milano.

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 29/01/2019 - 10:03

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Beatrice,
comprendo il suo malessere e credo che possa essere efficacemente affrontato ponendosi alcune domande autoesplorative concernenti la sua paura nel rimanere sola e al contempo la dinamica del confronto con le sue amiche che hanno "convivenza o progetti".
Cosa la "terrorizza" della solitudine in particolare? In che modo una relazione sentimentale può renderla felice al "100%"? quali esigenze essa può soddisfare nella sua vita?
Cosa significa per lei "rimanere indietro"?
Se desidera costruire una relazione solida e soddisfacente con un ragazzo, la cosa più importante è fare chiarezza sulla quetioni irrisolte di cui ha parlato "sta diventando un'ossessione". Ossia, la ricerca di un ragazzo sembra più un dovere, un'esigenza finalizzata a mettere a tacere le sue preoccupazioni ed allinearsi ad uno standard sociale (le amiche) da cui può sentirsi esclusa, più che un piacere libero e spontaneo.
Se desidera approfondire la questione, può contattarmi o scrivermi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)