Sofia  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/12/2018

Bologna

Ansia da prestazione ed erezione

Buongiorno,
sono fidanzata da circa 6 mesi, stiamo molto bene insieme, il problema riguarda la sfera sessuale, il mio "lui" ha manifestato fin da subito difficoltà nel raggiungere l'erezione e/o nel mantenerla, oppure nell'eiaculazione precoce, dice sia una cosa che gli è sempre capitata, con il tempo piano piano la superava, riconosce quindi di avere un "blocco" mentale, dovuto, appunto, a tanti episodi deludenti che non gli fanno vivere con serenità la cosa e a lasciarsi andare in maniera adeguata. Ora, a differenza del passato, sembra che la situazione si stia prolungando un pò troppo, per lui si è innescato un circolo vizioso per cui quasi non ha nemmeno più desiderio, associandolo, infatti, ad un'ulteriore insuccesso. Ci sta male, lui vorrebbe riuscire ma sembra che il suo "corpo" non lo segua, e io non so come aiutarlo, so di piacergli e di non essere direttamente io il problema, ma la cosa si sta ripercuotendo sul rapporto e vorrei tanto riuscire a sbloccare la situazione...Ha fatto tutti gli esami del caso, fisicamente è tutto a posto.
Ringrazio anticipatamente per un vostro gentile consiglio in merito.
Cordiali saluti

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Rebecca Silvia Rossi Inserita il 21/12/2018 - 15:34

Verona
|

Buongiorno Sofia, da quanto scrive sembra che non possa fare molto in questa situazione, oltre a supportare il suo compagno, standogli vicino. Infatti, è più lui che dovrebbe esplorare le cause di tali difficoltà così come il malessere che ne deriva. Consiglio di rivolgersi ad un terapeuta se dal punto di vista organico risulta tutto nella norma. Sicuramente, parlarne all'interno della coppia aiuterà a non creare malumori ed incomprensioni tra di voi. Un caro saluto

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 21/12/2018 - 17:48

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Sofia,
Una strategia efficace per aiutare il suo ragazzo e contemporaneamente la vostra coppia, è richiedere una consulenza di coppia.
In questo modo il problema potrà essere affrontato attivando le risorse della coppia e il suo fidanzato non si sentirà l'unico responsabile/colpevole della vostra insoddisfazione di coppia.
Consideri infatti, che autopercepirsi come l'unico responsabile di un problema, acuisce il problema stesso anche perché la persona si sente sola ed impotente.
Quindi, è sicuramente vero che il problema lo manifesta lui, ma è importante considerare che all'interno di ogni coppia, il problema mostrato da un partner diventa una questione della coppia nella sua totalità, e come tale deve essere affrontato per essere risolto efficacemente.
Ad ogni modo, le auguro di risolvere per il meglio la vostra situazione.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 21/12/2018 - 20:18

Gentile Sofia,
Avendo già escluso una causa organica e quindi un "problema fisico", l'unica cosa che posso consigliarvi di fare è rivolgervi ad uno psicologo esperto in sessuologia per un percorso appropriato. Raggiungere l'obiettivo è più facile con la partecipazione di entrambi ma spetta a lui decidere questo. Non vedo eprchè arrendersi a queste difficoltà se si può risolvere la situaizone ed avere una vita sessuale soddisfacente! La cosa più difficile è solitamente chiedere aiuto ma vedrete che affidandovi ad un professionista sarete soddisfatti.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa e Consulente Sessuale
Arluno (MI)