marioo domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 04/04/2015

Palermo

aiutare la partner

Salve sto insieme ad una ragazza da 6 mesi e ci amiamo tantissimo, da qualche mese lei mi ha confidato di avere subito delle violenze in adolescenza e questo la condiziona sia nella nostra intimità sia nei rapporti umani(alterna momenti di nervosismo e aggressività.), incubi e insonnia. Adesso ha deciso di andare in cura da uno psicologo il quale le ha suggerito di iniziare un percorso che però non deve prevedere la mia presenza...potremmo soltanto chiamarci e non vederci.Io adesso sento un vuoto dentro perchè all'idea di non poterla appoggiare e non poter fare niente impazzisco.Ma secondo il suo medico e proprio questa la cura per liberarsi dai suoi fantasmi...Ma è davvero cosi??
Cosa mi consiglia di fare?Per quanto dovrò starle lontano..?
Grazie.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 06/04/2015 - 18:25

Viterbo
|

Gentile Utente,

lo spazio di psicoterapia in questi casi deve essere individuale e sarebbe controproducente invischiarsi troppo nel contesto clinico (mi riferisco al percorso psicologico non alla vostra vita privata).
Cosa intende per "starle lontano"?
Perché non dovrebbe vedere la sua compagna?

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 06/04/2015 - 20:48

Gentile Mario,

il percorso individuale aiuterà la sua compagna ad occuparsi dei fantasmi del suo passato, per potersene liberare e ritornare a vivere con una serenità che, da come scrive, oggi non ha.

Non mi è, tuttavia, ben chiara una cosa: lo psicoterapeuta in questione ha suggerito di separarvi, almeno momentaneamente?

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Psicologo Napoli Soccavo - San Giuseppe Vesuviano - Pompei
http://www.pscodialogando.com/