Giogi  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 25/06/2018

Ancona

È possibile guarire?

Salve, sono una donna.
Ho avuto tre relazioni, due delle quali molto appassionate e coinvolgenti. In entrambe ho messo in atto degli atteggiamenti distruttivi che mi hanno portato ad effettuare diverse letture, e credo di soffrire di disturbo narcisistico della personalità.
Non mi è chiaro perché lo sia, dato che ho vissuto con un padre estremamente esigente e mai soddisfatto e oltremodo 'padrone'. Senza dubbio ho molti di quei caratteri... La ricerca dell'uomo forte e indipendente, l'abbandono del debole perché non all'altezza, la lotta perenne con l'uomo forte per dimostrare la mia forza e la mia superiorità, il rifiuto di perdere, la competizione costante, la violenza fisica, l'abbassamento dell'altro... Ma penso che entrambe le relazioni siano state vissute con partner narcisisti a loro volta, finisco anche per essere picchiata a mia volta...
Ho letto che il consiglio è chiudere una relazione in cui la partner è narcisista, perché non c'è modo di vincerla. Io vorrei sapere se c'è un modo per smettere di essere una narcisista.
Sono esattamente così, empatica emotiva sensibile altruista generosa iperattiva estremamente devota colma di affetti e di aiuto costante e poi fiera selvaggia non sopporto di perdere non sopporto non avere il controllo ma mi dà la nausea la sottomissione dell'altro, così rifiuto il debole minaccio di abbandono il non controllabile, violenza e tortura psicologica, come un animale. È così da quando ho 8 anni, anche da piccola 'picchiavo', soprattutto mia sorella gemella e tutti i maschi. Si ripete da quando sono piccola, quando ero innamorata di un bambino sfuggente, anche allora lo picchiavo.
Non so come uscirne, ma voglio uscirne a tutti i costi, perché distruggo tutti i miei sogni. Esiste un modo, una terapia? Potete aiutarmi?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Rebecca Silvia Rossi Inserita il 25/06/2018 - 12:18

Andria
|

Buongiorno Giogi, sicuramente esiste una terapia per stare meglio. Senza dilungarmi in merito all'essere narcisista o meno, ad avere partner narcisisti o meno, da quello che emerge nel suo scritto, si è accorta di avere un problema nelle relazioni che la porta a stare male e sta chiedendo aiuto per questo. E quell'aiuto lo può sicuramente trovare nel supporto psicologico, volto alla comprensione delle sue modalità di relazione, verso sè stessa e verso gli altri. Sono disponibile per un incontro in questo senso, o per qualsiasi altra informazione. Un caro saluto

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 25/06/2018 - 13:08

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Giogi,
il suo racconto è molto denso e particolareggiato, denota una certa propensione all'autonalisi e all'introspezione, prerogative che possono certo risultare essenziali in un percorso di psicoterapia individuale, nel contesto del quale potrà avere modo di analizzare e comprendere il significato profondo dei vissuti descritti.
Detto ciò, mi chiedevo come mai, visto che si percepisce così fin dall'infanzia (8 anni), sta valutando proprio ora la possibilità di "uscire" da tutto ciò? Cosa sta succedendo nella sua vita e/o nella modalità in cui lei si percepisce?
Questo meccanismo che ha descritto non funziona più o non è più tollerabile per lei, come mai? Come si sente in generale?
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)