Ilaria  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 07/06/2018

Pavia

Come fare per convincere il mio ex a farsi aiutare da uno psicologo?

Io scrivo perché vorrei aiutare il mio ex di 41 anni, lui ha deciso di lasciami perché non riesce a portare avanti una storia seria, si sente tra le tante cose inadeguato; specifico che lui è stato un prete fino a 36 anni dopo la morte del padre ha messo in discussione il suo essere prete e alla fine ha capito che lui in realtà voleva una storia seria e crearsi una famiglia. Poi ci siamo conosciuti e piaciuti subito, eravamo una bella coppia ma dopo meno di un anno ha deciso di lasciarmi perché vuole stare solo! Io credo che ci sia un suo malessere non risolto da una parte perché lui non si è mai sentito amato da sua mamma, si è sentito un ripiego al fratello morto e anche perché forse lui si sente ancora un po' prete e non riesce ad andare avanti. Io vorrei che lui parlasse con qualcuno, lui mi ha detto che non vuole soffrire e quindi non vuole parlare con nessuno, come fare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 07/06/2018 - 21:27

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Ilaria,
comprendo la sua preoccuapzione che probabilmente deriva anche da un sentimento di affetto che ancora la lega al suo ex.
Se il suo ex, per ora, non è intenzionato ad affrontare il suo "malessere non risolto" è importante che venga rispettata questa sua decisione perchè probabilmente ha bisogno di tempo per riordinare le sue idee e valutare con calma l'eventuale necessità di rivolgersi ad uno psicologo.
Capisco che lei vorrebbe vederlo sereno e risolto, ma può aiutarlo anche in altro modo: se è ancora in contatto con lui, può manifestare il suo affetto concedendogli del tempo per fare chiarezza dentro di sé, evitando di sottolineare le incongruenze ("voleva una storia seria e crearsi una famiglia...vuole stare solo") o la necessità di prendere decisioni.

Cordialmente

Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)