Sara domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 29/06/2017

Rimini

Non so come aiutare il mio fidanzato.

Buongiorno, sono una ragazza di trent'anni con un fidanzato che sta passando un momento difficile per se stesso e di conseguenza per la coppia. Partiamo dicendo che lui ha un carattere molto buono ed è una persona che accumula molto, difficilmente esterna il dolore o la rabbia. Io al contrario ho un carattere "forte" e delle volte posso risultare "aggressiva".
Stiamo insieme da 3 anni e conviviamo da un anno e mezzo lontani entrambi dai genitori in quanto abbiamo scelto un luogo che piaceva ad entrambi ma non vicino alle famiglie.
Circa sei mesi fa abbiamo iniziato a fare qualche litigata, poche ma sostanziose e tre mesi fa il mio fidanzato ha esternato il fatto che tutta questa situazione l'ha fatto soffrire molto tanto da essere combattuto sulla nostra storia.
Per fare un riassunto lui dice che è stato molto male e che ora pensa che sarà sempre così, ha paura che sarà sempre così a litigare e stare male. Io in questi mesi gli sono stata vicino ho tentato di farlo parlare, modificando giustamente i miei comportamenti ma lui nonostante passino i giorni sostiene che i suoi pensieri sono sempre quelli e fa fatica a superarli. Ma nonostante questo quando io lo provoco dicendo di lasciarci lui sostiene che non sa se sia la scelta giusta e riconosce che il problema è suo. In tutti questi mesi poi tra me e lui si è creato un muro, che ha creato lui. Non ci sono più momenti intimi carezze abbracci o altro, da lui giustificato dai pensieri che non gli permettono di essere se stesso. Lui ha un blocco nei miei confronti.
Io vorrei aiutarlo per il bene che gli voglio e soprattutto perchè vedo che non è sereno e se stesso. Ho proposto di andare da uno psicologo e lui sostiene di non averne bisogno.
Delle volte penso che sia un pò depresso dato che comunque anche la situazione lavorativa non lo soddisfa.
Chiedo quindi consiglio a voi, per poterlo aiutare ma anche per non farmi tirare nel vortice. Uno dei due deve avere un equilibrio.
grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Leonia Paola Cazzaro Inserita il 30/06/2017 - 09:02

Buon giorno Sara,
Inevitabilmente in una coppia il disagio di uno dei partner si riflette sull'altro.
Comprendo anche il suo senso di impotenza a fronte della situazione. Credo peró sia opportuno accedere ad un aiuto specialistico in modo che, in prima battuta lei ed eventualelmente anche il suo compagno in un secondo momento, possiate trovare un ascolto ed un accoglimento esterno.

Saluti
Dott.ssa Leonia Paola Cazzaro da Varese