pasquale domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 09/07/2017

Non riesco ad uscirne

Salve;
Vorrei essere sintetico ma credo sia il caso di dettagliare il mio problema...
Nel 2012 mentre mi trovavo ai domiciliari ,cazzeggiando sul pc su un gioco di biliardo online noto una chat e gente che si scriveva ecc ecc,nel leggere qst chat noto una ragazza bhe vi direte nulla di strano ma altro che non è la copia esatta di quella che ho sempre sognato, sembra strano ma immagginare e vederla li uguale precisa a ciò che io volessi al mio fianco,riesco a parlarle scoprendo una chat privata vado avanti con la conoscenza tramite Facebook, è stupenda ci parliamo in web ma cazzo e fidanzata. ...
Caparbio quale sono nn mi arrendo lei inizia una crisi col suo ragazzo e dice che nn puo fare a meno di sentirmi,sembra una favola ma non è finita qui...
Durante qst periodo al di la delle mie problematiche personali scopro della malattia di mio zio un calvario ha un tumore al cervello,
Lei si lascia col ragazzo e insiste nel volermi vedere e la invito a casa mia 24 giugno e da li inizia il sogno ad occhi aperti non credevo fosse possibile averla li.. baciarla abbracciarla lei che era la mia fata...
In qst anni in seguito scopro che papà pure e malato ma allo stomaco tt traumi mai accettati da me un anno e mezzo fa zio muore e lei mi sta vicino in tt ma prp da 4 mesi a qst parte nel momento che più ne avrei bisogno mi lascia ...
Sono uscito nel 2013 dai domiciliari e mi sono fatto un culo e continuo ancora a lavorare abbiamo fatto di tt insieme e prp ora mi lascia
Sono distrutto perché non ho nessuno al di fuori di lei si abbiamo litigato mille volte ma si aggiustava tt...sono diventato alcolizato deogato faccio di tt x nn pensare ma nn ci riesco penso spesso al suicidio ma non mi va nn posso lasciare cosi mia mamma ma darei la mia vita per riabbracciarla ho provato in mille modi ma nulla e ho sbagliato pure reazioni ma vedere la sua freddezza mi irrita...sono arredo so che nn faro mai pace e ora nn lo voglio neppure io ma non riesco ad andare avanti. .

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Sciubba Inserita il 10/07/2017 - 20:53

Gentile Pasquale,
ma per quale motivo è stato lasciato? La sua ragazza glielo ha detto ? Non sempre i motivi sono per così dire "legittimi" cioè validi, idonei a rompere un legame sentimentale. Se non lo sono, avviene che un certo legame fatto di desiderio, pensieri, fantasie e quant'altro resta in piedi, distruggendo o rovinando la vita di chi ne è rimasto "vittima".
Si faccia aiutare da uno psicologo/a esperto per capire la legittimità di questi motivi e per migliorare comunque la relazione con la sua ex. Ne va del vostro futuro.
Le terapie brevi dovrebbero essere in grado di chiarire la situazione e dare gli strumenti per risolverla in poche sedute.
Cordiali saluti