Ludovica domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 19/10/2016

Mi sento a disagio in presenza di persone

Salve, mi chiamo Ludovica e ho 18 anni.
Scrivo perché ho un problema che mi affligge da sempre e vorrei capire il perché.
Io sono stata sempre una ragazza molto timida , che parla poco e che si vergogna molto nell' interagire con altre persone. Per esempio, mi sento a disagio quando le persone mi guardano e ho paura che possano giudicarmi negativamente. Mi capita spesso che se una persona mi sta guardando io cerco di evitarla ma penso che facendo ciò sto assumendo atteggiamenti goffi e impacciati. Insomma, non so come comportarmi con la gente a volte e quando parlo con qualcuno cerco sempre di divagare con lo sguardo ed evitare quello della persona che mi sta di fronte. Per favore, aiutatemi, mi sento una sciocca. Grazie in anticipo

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giorgia Salvagno Inserita il 19/10/2016 - 21:00

Gentile Ludovica,
non si preoccupi: temere i giudizi della gente, in modo più o meno marcato, e sentirsi "goffi ed impacciati" se ci stanno guardando, è molto comune.
Data la difficoltà ed il disagio da lei provati, potrebbe essere utile per lei parlarne con uno psicologo.
Non conoscendola personalmente, ovviamente, non mi è possibile darle ulteriori indicazioni.
In ogni caso, il timore del giudizio altrui e l'eccessiva timidezza, magari correlate ad un basso livello di autostima, sono questioni trattate frequentemente dagli psicologi.

Provi a rivolgersi ad un professionista della sua zona!

Un caro saluto

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 19/10/2016 - 15:51

Salve Ludovica, non è affatto una sciocca, problemi come il suo sono estremamente diffusi e spesso riguardando proprio le persone più intelligenti e più sensibili.
Si chiede come mai ha questo problema. Possono esserci tante spiegazioni come ad esempio una scarsa autostima, difficoltà relazionali, timore del giudizio altrui (che lei stessa cita). Inoltre, è possibile che nel corso del tempo, senza rendersene conto, abbia fatto delle cose che possono aver contribuito ad incrementare quelle che inizialmente potevano essere delle lievi difficoltà, ad esempio evitando alcune situazioni sociali oppure limitando le interazioni. D'altra parte è difficile affrontare queste situazioni senza avere risorse e strategie adeguate.
Le consiglio di valutare la possibilità di rivolgersi ad uno psicologo che la possa aiutare ad affrontare e a risolvere i suoi problemi. Consideri che si tratta di fenomeni molto diffusi e molto studiati, quindi esistono anche percorsi brevi estremamente efficaci.
Buona fortuna