butterfly domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 04/09/2014

Bari

disturbi dell'alimentazione

Salve,
sono una ragazza di 20 e durante la mia adolescenza ho sofferto molto. Prima con le amicizie sbagliate, poi ho sùbito abusi, problemi famigliari e dopo l'ennesimo trasferimento ho iniziato a sfogarmi con il cibo, acquistando più di 60 kg nel giro di poco. Non sono mai riuscita ad uscire da questo buco nero che si è creato nella mia mente e il mio problema con il cibo è sempre più aumentato! Dopo un allontanamento dal mio paese, ho perso 60 kg nel giro di 4 mesi perché mi rifiutavo di mangiare e se lo facevo, rimettevo. Ho sofferto di attacchi di panico, attacchi di nervi ( ma abbastanza forti). Per questo dimagrimento eccessivamente repentino, ho avuto problemi di salute non indifferenti e adesso, vedendomi flaccida non riesco a vedermi bella o comunque ad accettarmi, ma mi faccio cosi schifo che spesso mi assale la voglia di recuperare tutto il peso e abbandonarmi a me stessa. Il problema che non so cosa fare della mia vita e mio padre cosi severo,autoritarioed egoista, non fanno altro che aggravare e indebolire la mia psicologia, rendendo i spesso assente e malinconica. vorrei solo iniziare a stare meglio e potermi godere questa adolescenza, anche se in ritardo. Non so come fare. Spero possiate aiutarmi. Sono anni che soffro e che non vivo. Faccio finta di niente in presenza degli altri, ma quando Sono sola vorrei solo morire.io non posso andare avanti così.sono troppo giovane.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Barnaba Inserita il 02/10/2014 - 19:14

Carissima Butterfly, la sua non deve essere stata una vita molto semplice, nonostante la sua giovane età, ma ha la maturità per aver riconosciuto un problema piuttosto serio come quello alimentare. Per il suo benessere e la sua serenità le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta con cui iniziare un percorso di terapia e ritrovare la voglia di volersi bene e di vivere.
Restiamo in contatto
Dott.ssa Barnaba

Dott.ssa Marta Cogo Inserita il 22/09/2014 - 14:13

Gentile Butterfly,
la sua sofferenza è pienamente condivisibile e altrettanto la sua voglia di riprendere in mano la sua vita! Il rapporto con il cibo è complesso e gestire un disturbo alimentare richiede l'aiuto di un professionista.
Non perda tempo, si metta in contatto con uno psicoterapeuta della sua zona (o si rechi presso il consultorio del suo distretto sanitario). Ritorni a vivere, si faccia del bene!

Dott.ssa MArta Cogo