Altea domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 25/05/2016

Trento

Aiuto per un amico

Ciao a chiunque legga il mio piccolo messaggio.
Ho un amico, ma non di quegli amici che si scrivono e vedono tutti i giorni. Anzi, possiamo passare anche mesi senza scriverci! Ma considero il nostro rapporto speciale; ci vogliamo bene ed il nostro rapporto si è unico ancora di più quando lui ha scoperto che sono un' (ex) autolesionista (lui è anche autolesionista) praticamente non conosciamo il motivo l'uno dell'altra ma ci capiamo comunque. Abbiamo toccato l'argomento solo una volta ma non siamo riusciti ad andare molto oltre. Io e lui abbiamo molte cose in comune, a partire dal modo di pensare. Entrambi non riusciamo ad avere relazioni stabili, dopo una settimana o poco più è come se già ci stufassimo. Io fortunatamente sto riuscendo ad uscirne ma lui no. Anzi, da qui ad un anno è peggiorato tantissimo. Non gli piace la gente, si definisce asociale e gli piace la sua solitudine (vorrei sottolineare che l'opportunità di avere amicizie lui ce ne avrebbe a milioni! È un ragazzo bellissimo, che piace alla gente, solo che lui non ama essere amato). Oggi per la prima volta è riuscito a parlarmi di questo suo problema senza che io insistessi! Mi ha detto che anche in amicizia, una volta raggiunto un certo legame, lui tende ad allontanarsi, a diventare addirittura cattivo ed egoista, a dire cattiverie a non voler più sentire quella persona, ma ha aggiunto anche che non vuole, ma non può farne a meno e per questo motivo si isola dalla gente, perché non vuole ferirla. Io ho provato a spiegargli che invece può e dovrebbe superare questa cosa e non scappare come sta facendo, ma nulla.. Mi ha fatto capire che probabilmente succederà anche con me, di mettermi il cuore in pace, che riuscirà a far allontanare anche me come è riuscito con tutti.. ma io voglio davvero aiutarlo. Voglio fargli capire l'importanza di avere un'amicizia vera, che non deve avere paura. Non lo voglio neanche lasciar andare, ammetto che penso anche un po' egoisticamente, perché non voglio essere come gli altri che si sono allontanati, voglio essere quella che è rimasta accanto nonostante lui diventi un'altra persona. Già il fatto che me ne abbia parlato dovrebbe essere un buon segno, ma vorrei capire come poterlo aiutare a compiere la svolta che potrebbe rivoluzionare in meglio la sua vita.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Camilla Serena Inserita il 30/05/2016 - 14:35

Salve,

in base a quanto ha scritto, il suo amico può essere aiutato solo andando da un professionista che valuterà e deciderà insieme a lui come lavorare su certi aspetti. La cosa che può fare lei è quello di convincerlo ad andare da uno psicologo che lo può aiutare.

Dott.ssa Camilla Serena