francesca domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 27/09/2015

Vicenza

Scarsa autostima e ansia

Buongiorno. Sono una ragazza di vent'anni ed è la prima volta che scrivo qui. Negli ultimi anni ho osservato attentamente le altre persone, vedevo i diversi comportamenti, le scelte le differenti personalità.. così ho cominciato a chiedermi quali sono le mie di caratteristiche, com'è la mia personalità. Ho iniziato ad esaminare ogni mio comportamento per definire il mio carattere. Osservavo la mia migliore amica che invidiavo profondamente. Lei era sempre così decisa e sicura, era simpatica a tutti e tutti si ricordavano di lei e non di me. Ripetevo i suoi comportamenti pensando di diventare a mia volta sicura e decisa. Ho iniziato a mettere in dubbio ogni certezza che avevo tanto che col passare del tempo ho cancellato le mie idee e opinioni sostenendo le teorie della mia amica. Qualche mese fa mi sono resa conto di questa situazione, ho deciso così di costruire un mio carattere. Nella mia testa volevo diventare una ragazza di successo come la mia amica ma a modo mio. Volevo la perfezione, diventare quella ragazza che sta simpatica a tutti alla quale nessuno può criticare niente. Non sono spontanea non ci riesco nonostante sappia quali sono i miei problemi. Penso sempre a come dovrei essere a come dovrei vivere e intanto mi perdo il presente e non vivo il mio momento. Questa insicurezza mi ha bloccato in molti campi. Quando devo intrattenere una conversazione mi agito molto per paura di non mostrare quel mix di perfezione della mia persona. Quando devo uscire con un ragazzo mi metto così tanta ansia che alla fine non voglio uscirci una seconda volta. Rifiuto quasi tutti i ragazzi che sono interessati a me perchè voglio che siano anche loro "perfetti". Vorrei solamente vivere spontaneamente, fare quello che mi sento di fare senza preoccuparmi di quello che pensano gli altri. Essere decisa e sicura delle mie opinioni e non adattarle alle persone con cui parlo. Spero che qualcuno riesca a darmi qualche consiglio. Grazie in anticipo.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Martina Fabbrizzi Inserita il 28/09/2015 - 15:30

Empoli
|

Gentile Francesca,
Comprendo il suo malessere, l'insicurezza può bloccare una buona parte della nostra spontaneità e renderci la vita difficile qualche volta.
Dalle sue parole posso capire che per lei sia difficile scoprire chi è, comportarsi in modo naturale, sopratutto perché non è abituata a farlo, e questo fa paura e genera ansia, in particolari modo nel rapporto con gli altri.
La difficoltà principale non è quella di piacere o meno agli altri, ma di piacere a se stessi, e questo è possibile soltanto attraverso una conoscenza di sé.
E questo è possibile, magari faticoso inizialmente, ma decisamente possibile.
Quello che mi sento di consigliarle è un percorso di scoperta, appunto, magari attraverso l'aiuto di uno psicologo del suo territorio, che possa aiutarla a scoprirsi e che possa guidarla in questo cammino.

Con i migliori auguri
Dott.ssa Martina Fabbrizzi
(Firenze-Empoli)