Adele  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 15/03/2021

Brescia

Mio compagno: rapporto con il padre

Buongiorno,
Vi scrivo per un consiglio riguardante il mio compagno.
Io ho 27 anni, lui quasi 30, è siciliano e si è trasferito al nord per lavoro.
Sono molto preoccupata per lui, è una persona ansiosa, si porta dentro molta rabbia, molte brutte situazioni vissute da piccolo soprattutto con il padre, a tal punto che, a volte, per qualche piccolo problema, esplode e non si controlla, arrivando a dare dei pugni ai mobili.
Il padre, spesso, gli ha fatto vivere dei traumi: una volta l'ha picchiato in modo pesante chiudendolo in macchina, ha picchiato anche la madre, ha tentato il suicidio, ha avuto problemi di soldi e, dulcis in fundo, da quando il mio compagno lavora, ha iniziato a chiedere a lui i soldi. Gliene ha già prestati 4000 e oggi altri 7000, per dei debiti che non riesce a pagare ( non si sa esattamente come li spenda).
Il mio compagno, ovviamente, non vive bene questa situazione.
Ero riuscita a convincerlo ad andare in terapia ma, dopo la richiesta di soldi, ha cambiato idea, non volendo spendere ulteriormente.
Non so come aiutarlo.
Grazie a chi risponderà

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia Irene Gambero Inserita il 15/03/2021 - 12:51

Milano - Centro storico
|

Cara Adele,
deve essere una situazione molto difficile per il tuo compagno (e per te che gli sei accanto).
Da quello che scrivi tu stai già facendo moltissimo per lui, non sottovalutare il valore di avere una persona accanto che supporta (sopporta) e ha anche la delicatezza e consapevolezza di suggerire un percorso di supporto psicologico. Tieni duro e vai avanti ad essere la spalla e l'abbraccio di cui il tuo compagno ha bisogno nei momenti di sconforto.
Se lo ritieni opportuno potresti anche dirgli che presso i cps o consultori di zona si può richiedere un percorso di supporto psicologico/terapia gratuiti o quasi.
Buona fortuna
Dr.ssa Claudia Irene Gambero