marisa domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 26/05/2015

Pisa

relazioni con il prossimo

Buongiorno,
dopo un'ulteriore esperienza negativa con gli amici comincio ad avere dubbi che sia io a non saper relazionarmi.
In breve descrivo l'accaduto:
da due anni frequentavamo, io e mio marito, assiduamente un gruppo di persone che ritenevamo amici e per quanto tali li trattavamo. Fino a quando un bel giorno durante un soggiorno in una camera di un fatiscente albergo, prenotato da una persona del gruppo,frequentatore da anni, abbiamo recriminato con il proprietario per l'assenza totale di pulizia e confort ottenendo, in cambio del ns silenzio, di non pagare.
Tutto questo è stato spiegato all'organizzatore ns amico che per cinque mesi ci ha frequentato facendo finta di niente ma con l'arrivo delle ferie sia lui che i restanti del gruppo ci hanno mollato. Alle ns richieste di chiarimenti la risposta è stata che dovevamo pagare il conto all'albergatore e far buon viso a cattiva sorte vista la conoscenza con il gestore da parte del ns amico. Oltretutto ci siamo senti rispondere che avevamo ricevuto "segnali" come richiesta di chiarire la situazione.
Tutto questo mi ha lasciato una forte insicurezza perchè, a questo punto, non credo più nell'amicizia visto che ho provato a dire la mia su una situazione molto molto disagiata e , non solo, ho sprecato una breve vacanza ma ho perso quello che credevo una lunga e profonda amicizia.
Dove e cosa ho sbagliato?

Marisa

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 31/05/2015 - 09:54

Gentile Marisa,

crede che quanto accaduto in albergo sia l'unica cosa che abbia portato il gruppo di amici ad allontanarsi?
Inizi a riflettere su questo.

Un caro saluto
Dr.ssa Valentina Nappo
Terapia individuale, Terapia di coppia, Terapia familiare
Pompei - San Giuseppe Vesuviano - Napoli Soccavo
www.psicodialogando.com