Caterina  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 20/07/2018

Bologna

Ho bisogno di aiuto

Salve a tutti! Ho 24 anni e cercherò qui di spiegarvi quelli che sono i miei problemi e che ultimamente non sto più riuscendo a gestire. Innanzitutto dirò che sono cose che mi caratterizzano già dall’adoloscenza ma al momento lo vedo come un vero e proprio problema non vedo più via di uscita. Sono sempre stata una persona con manie di protagonismo, a cui piace essere al centro dell’attenzione nonché e soprattutto la “vittima” delle situazioni. A causa di ciò ho spesso incorso all’invenzione di storie tragiche e assurde sulla mia vita raccontando alle persone pure bugie frutto della mia fantasia ma in modo molto convincente ed estremamente manipolatorio per far sì che mi credessero e ci sono purtroppo sempre riuscita. Ma da qualche mese a questa parte la situazione mi è completamente sfuggita di mano. Faccio spesso uso e abuso di alcol e in quelle situazioni inizio ad inventare diverse storie assurde che racconto alle persone che ho in quel momento di fronte. Giustamente il giorno dopo me ne pento amaramente ma per non perdere la “dignità” continuo a sostenere queste storie così in un circolo vizioso che non finisce mai. A causa di questa situazione ma non solo, negli ultimi mesi mi sento molto depressa, cerco di evitare di uscire di casa e di affrontare le persone, non vedo via di uscita, mi sento fuori di testa e penso spesso al suicidio. Ci tengo a precisare che a 14 anni ho tentato il suicidio perché ero molto depressa, non andavo a scuola e creavo solo problemi ai miei genitori. Già da allora capii giustamente di avere dei problemi psicologici e comportamentali ma mi sono rifiutata di seguire una terapia, continuando, sperando e cercando la mia pace. Per un paio d’anni andò tutto bene ma poi verso i 20 anni tutti i problemi si sono ripresentati. Non capisco perché io faccia così e perché al momento la mia vita mi sembra solo un grande errore...sono una bella ragazza, considerata da tutti intelligente e matura e fondamentalmente non mi manca niente, anzi. Ma mi vedo in un buco nero e ho paura di me stessa. Non so cosa fare e con chi affrontare il problema. Grazie a chi potrà in qualche modo aiutarmi e farmi capire se sono affetta da qualche disturbo serio. Buonasera

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 21/07/2018 - 08:38

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Caterina,
Da ciò che narra ritengo che il suo malessere possa dipendere da disturbi clinicamente significativi che si associano ad un comportamento impulsivo (abuso di alcool e tentativo di suicidio) e alla propensione a mostrare un falso Sé (dire bugie).
Tale quadro clinico richiede un approfondimento psicologico che la aiuti a capire da dove originano i suoi disturbi e che promuova un contatto autentico con sé stessa e con gli altri.
Infatti, la sua frase che descrive la "paura di sé stessa" mi fa ipotizzare che ora lei abbia perso il contatto ed il controllo su se stessa, non si riconosce più e quindi per stare meglio è necessario innanzitutto che si riavvicini a Caterina con l'aiuto di uno psicologo con cui possa fare un lavoro di reintegrazione del proprio sé che ora è scisso ("bella ragazza e intelligente" vs "buco nero").
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Alessandra Andò Inserita il 29/07/2018 - 14:41

Buongiorno Caterina é importante per lei fare un percorso psicoterapeutico perché le permetterà di capire i meccanismi che mette in atto a cosa sono dovuti. Capisco che a volte decidere di andare dallo psicologo può essere un passo faticoso ma grazie a internet può scegliere chi le sembra più adatto e competente rispetto al suo problema. Un saluto