Marta domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 19/10/2017

Preoccupazioni in casa

Salve, sono una ragazza di 23 anni, da due anno ho intrapeso una relazione con un uomo,padre di un bambini di 10 anni, vedovo da 5. Il bambini da subito mi ha accettata e voluta bene, conviviamo ormai da sei mesi. Circa tre mesi fa e capitato per errore che ci sentisse durante la notte(pensavamo dormisse,era tardi),gli abbiamo spiegato insieme che sono cose naturali ed è finita li. Qualche giorno fa ho scoperto che lui racconta di me nuda,di quello che e successo quel giorno,abbiamo scoperto che ci spia dalla serratura, che mi spia mentre sono in doccia, ha raccontato questo ai suoi compagni di classe. Come devo comportarmi sono estremamente in imbarazzo, ho paura anche di entrare in doccia, ormai tappo ogni serratura. Abbiamo parlato con lui, spiaegandoli che lui per primo ha detto che vuole che io sia una mamma per lui e quindi deve comportarsi da figlio e non raccontare le cose di casa cosi intime a persone di fuori. Vi prego consigliatemi cosa fare

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Inserita il 19/10/2017 - 13:37

Gentile sig.na,
ci sono molte cose non chiare nel suo racconto : ad esempio quale età abbia questo suo fidanzato . E' probabile infatti egli sia molto più vecchio di lei. Mi pare evidente che con due figli di quelle età , egli , non possa che essere più che adulto. Inoltre , cosa conosce della vita pregressa di queste persone? Non credo basti l'amore verso un compagno per creare una famiglia. La madre di questi bambini è morta . Questo evento, per un figlio può rappresentare un trauma terribile, difficile da superare. Un conto è vedere un'amica di papà ogni tanto in situazioni neutre, come una gita , un ristorante o altre cose di questo genere , un altro è sapere che papà dorme con una giovane donna, non si sa bene per quale motivo e, per quale altrettanto strano motivo, essa si proponga come figura alternativa a quella materna. Lei non è e non sarà mai la madre, nè una degna sostituta , non foss'altro per la sua età , poco più che adolescenziale, e,questo bambino glielo ha fatto comprendere nel modo più semplice possibile, pur se rozzo . Quindi , certo, dovete chiudere la porta della vostra stanza da letto a chiave ed evitare di farvi sentire dai ragazzi e, comprendo la sua giustificata paura di entrare in doccia o mostrarsi in abiti succinti in casa .E'infatti suo precipuo dovere comportarsi con assoluto decoro e discrezione. Deve prestare molta attenzione e cercare di comprendere che la sua presenza in quella casa ,potrebbe essere fonte di inquietudine e di sollecitazioni inappropriate, poichè un figlio desidera sempre enormememente identificarsi col padre, seguendone le orme. Lei è una giovanissima donna , che dovrebbe frequentare ragazzi della sua età e non maturi signori con figli. Se ha fatto questa scelta , dovrà assumersene le responsabilità, come farebbe una madre adulta, capace di contenere la propria passione e tutte quelle piccole e grandi cose che contraddistinguono l'esuberanza , l'impetuosità, la spontanea naturalezza nell'esporsi di una giovane ragazza, che il fato , il destino o chissà cos'altro, ha voluto accompagnare affettivamente e sessualmente ad una persona molto più grande d'età ed esperienza; ciò, soprattutto quando i bambini di costui, sono nei paraggi.
Le faccio i miei migliori auguri.
Cordialità.
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli.
Parma

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 19/10/2017 - 12:58

Gentile Marta,
Mi spiace per l'imbarazzo e la difficoltà che prova. Non ha nulla da recriminare a se stessa. L'episodio avvenuto di notte, ormai è successo, può capitare ma biognerebbe capire se per il bambino è stato vissuto come traumatico e da lì tutti i comportamenti che comunque andrebbero interrotti.
Cercare di capire i motivi alla base e adottare delle strategie efficaci deve ora essere il vostro scopo e per far questo è opportuno rivolgersi ad uno psicologo familiare, consiglierei un orientamento sistemico.
Resto a disposizione per chiarimenti,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)