Sara domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 11/11/2016

Problema nel rapporto tra me i miei genitori

Salve sono una ragazza e scrivo qui per parlare con qualcuno che possa aiutarmi con il rapporto tra me e i miei genitori. Sono un ragazza molto attiva, solare e simpatica con tutti ma non riesco ad essere la stessa persona a casa con la mia famiglia. Non ho dialogo con i miei genitori o se c'è non dura più di 5 minuti, non riesco a percepire quell'affetto che una figlia dovrebbe avere. Vorrei parlare con mia mamma di come mi sento, vorrei raccontarle quello che faccio a scuola o quelle che mi è capitato quel giorno, ma non lo faccio perché so che non mi capirebbe e mi criticherebbe o giudicherebbe (come al solito), uguale o forse peggio con mio padre. Litighiamo spesso su tante cose, una di queste è: ' il fatto che non studio abbastanza, che non mi impegno per questo che ho delle materie sotto' ma anche qui non mi sento capita, non capiscono i miei sforzi e il mio impegno. Da un po' di tempo ho sviluppato un carattere indisponente e non parlo di niente che mi riguardi con loro. Non so se la cosa è collegata ma ho sviluppato anche uno attacco morboso verso il cibo cioè mangio sempre e in continuazione anche se non ho fame e non riesco a farne a meno. Mi sento molto distante da coloro che dovrebbero essere i miei genitori.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Margherita Cadoni Inserita il 11/11/2016 - 17:28

Cara Sara,
ci dice solo che è una ragazza ma non ci dice quanti anni ha. Sarebbe un elemento importante per capire se possiamo parlare nel suo caso di adolescenza e della crisi che essa comporta per l'individuo che percorre questa età e per le sue relazioni soprattutto con i suoi genitori. C'è stato un cambiamento nel rapporto con i suoi genitori? Quando è avvenuto? O il vostro rapporto è sempre stato caratterizzato da questa sfiducia e conflittualità? Credo che i suoi genitori sarebbero molto sorpresi di sapere che lei cerca l'aiuto dei professionisti perché desidererebbe migliorare il suo rapporto con i genitori e sarebbero molto toccati nel leggere le parole che lei ha scritto. Sicuramente l'alimentazione è un ambito che può subire forti squilibri quando qualcosa ci angoscia o preoccupa. Chissà cosa sta cercando lei in questo momento nel cibo. Se questa situazione le porta sofferenza e malessere non esiti a chiedere aiuto. Credo che una consulenza psicologica potrebbe aiutarla a sbloccare questa situazione di impasse.
dott.ssa M. Cadoni