Silvia domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 16/05/2016

Padre legittimo ritrovato

Salve,mi chiamo Silvia e ho 32 anni. Mio figlio M. ha quasi 11 anni. quando sono rimasta incinta,avevo una relazione burrascosa e traballante con G.,che è durata qualche mese...finita ovviamente male ;presa dallo sconforto e dalla debolezza,due settimane dopo sono finita a letto con T.,che mi corteggiava da tempo e mi faceva stare bene. Ma non ero pronta emotivamente per frequentare un altro uomo,quindi da li' decisi di non rivedere piu' T. e di stare sola. dopo 3 mesi,in cui sembrava mi fosse venuto il ciclo regolare,arriva la notizia...ero incinta,e non volevo assolutamente abortire.ero un po' insicura sulla paternita',ma alla prima ecografia,calcolando il giorno del concepimento presunto,la data coincideva con i giorni in cui frequentavo G.. e poi c'era un altro fattore,che con T. c'era stato solo una sera...quindi sembrava impossibile che fosse lui. Quindi ho chiamato G. che non vedevo da qualche mese,e gli ho dato la notizia..e lui non ha reagito bene. quindi ho deciso di tenerlo anche da sola,e gli ho dato il mio cognome.. l'ho cresciuto da sola,finche' dopo 10 anni mio figlio ha iniziato a fare domande su suo padre...e quindi l'ho ricercato tramite avvocato,sperando di raggiungere un accordo.dopo tutti questi anni,lui mi chiede di effettuare il test del dna. e improvvisamente mi crolla il mondo addosso...G. non è il vero padre...se lui non è,ovviamente il vero padre è T.,che nel frattempo aveva anche saputo da altre conoscenze in comune che io ero incinta di G.. Ora a questo punto dovrei dire a T. la verita'...ma io mi sto domandando come faccio a dire a un ragazzo dopo 10 anni che questo figlio è suo,mentre nel frattempo ho sempre dichiarato apertamente che il padre era un'altro? io non so da dove partire con le parole....T. non lo sento e non lo vedo ormai da anni...quale reazione puo' avere un ragazzo di 37 anni che si sente arrivare una notizia del genere? aiutatemi per favore...
Silvia

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Camilla Serena Inserita il 18/05/2016 - 08:01

Cara Silvia,

capisco che la cosa possa essere molto difficile da affrontare ma lo devi fare sia per tuo figlio e anche per correttezza nei confronti di quest'altra persona . L'unico modo è riuscire a trovare il modo di incontrarlo, parlandoli in modo chiaro e spiegandoli tutta la situazione e dicendoli che c'è stato un errore di valutazione rispetto anche alla vostra toccata e fuga di una sera in cui era più difficile considerare che potesse accadere ciò. Poi starà a lui a capire o meno, ma se prima non ci provi non lo potrai mai sapere.

Dott.ssa Camilla Serena