cristaljoy domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 09/10/2015

Roma

Senso di colpa verso mio padre

Buongiorno, ho vent anni e i miei genitori si sono lasciati molti anni fa e adesso mio padre è sposato e mia madre ha un compagno. il problema è che quando è il weekend in cui devo stare a casa di mio padre mi sento in colpa quando lo devo lasciare da solo (la moglie abita in un altra casa), perchè magari ho da fare e non sto a casa, mio fratello non sente questa sensazione ma io invece sento un groppo alla gola, come faccio a togliermelo?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 09/10/2015 - 15:46

Napoli
|

Cara CristalJoi,
le emozioni che proviamo in famiglia spesso sono collegate al ruolo che svolgiamo o che crediamo di dover svolgere in particolare per soddisfare le aspettative degli altri. Nel suo caso mi sembra combattuta tra il ruolo di figlia e di compagnia per suo padre andando così ad occupare un vuoto che si è creato accanto a lui. Si chieda qual è quello che per natura le spetta maggiormente. Qual'è il suo ruolo, il suo posto? Quando si sta nel proprio ruolo , ci si può dispiacere ma niente di più perchè si sa che "non spetta a me". Inoltre, ciascuna persona è responsabile della propria vita e qualsiasi situazione è una scelta e se questo non sempre sembra vero (perchè a volte ci possono essere delle circostanze di vita su cui non si può intervenire) una scelta è sempre il modo in cui si decide di reagire a quella situazione. Nel caso di suo padre se lui sente la solitudine è una responsabilità sua, da adulto, rispondervi attivandosi nei modi che gli sono più congeniali. Allora lei che ruolo vuole avere?vuole fare la figlia o compagnia (compagna) d suo padre?
Un saluto,

Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa, Psicoterapeuta Relazionale e Familiare
Napoli