Antonio domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 13/03/2018

Napoli

Ansia o gastrite nervosa?

Buongiorno a tutti,
vorrei avere una mano a capire perchè ogni qualvolta io debba scendere o per uscire il sabato sera o per andare a lavorare , mi iniziano a venire dolori di stomaco e devo correre in bagno. Grazie in anticipo della disponibilità

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Katjuscia Manganiello Inserita il 22/03/2018 - 17:46

Pesaro
|

Gentile Antonio,
mi sembra di capire, da quello che racconta, che uscire il sabato sera le crea una certa ansia e questa si trasforma in un sintomo fisico (forse colite più che gastrite ma di questo ne parli con il suo medico curante che saprà fare la giusta diagnosi). Come fare per alleviare la sua ansia? Ecco alcune indicazioni:
- Si prenda un momento di tranquillità durante la settimana per indagare sulla sua ansia del sabato sera (cosa la preoccupa? cosa può fare per sentirsi più tranquillo? l'ansia si manifesta anche in altri modi? E come? ..)
- Il sabato sera si prepari a questo momento di ansia, non l'aspetti ma l'anticipi. Si metta sdraiato o seduto se preferisce. Provi a sentire l'ansia: cosa sente? a cosa pensa? Quando viene fuori si rassicuri e provi a sentire il suo respiro, prima senza modificarlo poi cercando di fare respiri sempre più lunghi e profondi. Mentre respira con le mani faccia dei massaggi sulla pancia.
Questo dovrebbe, nel tempo, aiutarla a capire meglio la sua ansia e a rilassarsi perchè dell'ansia non bisogna avere paura ma occorre imparare ad ascoltarla e a capire dove ci porta.
Se fosse troppo complicato o se non dovesse avere sollievo dal suo sintomo allora inizi una psicoterapia anche on-line per farsi aiutare più da vicino. Un caro saluto, dr Katjuscia Manganiello

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 13/03/2018 - 10:16

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Antonio,
temo di non aver compreso a fondo la sua domanda quando parla di "scendere". Sta parlando della circostanza in cui esce di casa?
In ogni caso provo a risponderle cercando di capire con lei come si manifestano i sintomi e da quanto tempo ne soffre, anche perchè comprendo il suo disagio e la necessità di risolvere il problema.
Quindi può essere utile per lei chiedersi cosa teme nel momento in cui esce o va a lavoro, situazioni in cui non si trova a casa sua.
Riferisce altri disturbi? Può contare sul sostegno emotivo di qualcuno? Come si sente in questo momento della sua vita?
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)