LUNA domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 08/09/2017

Latina

Senso di colpa per ivg

Buongiorno. .
Sto vivendo un tunnel tremendo. .che mai avrei pensato di imboccare. .
Il mese scorso scorso ho scoperto di essere incinta. ..
Io e mio marito ci siamo fatti assalire dalle paure più subdole..
Io specialmente ho voluto prendere questa decisione per riuscire a terminare l'ultimo anno universitàrio..
Per prendermi la patente
Abbiamo avuto paura perché lavora solo mio marito e il lavoro non è mai sicuro. .
Io non ho nessuno dalla mia famiglia che mi avrebbe potuto aiutare ne dal punto di vista organizzativo ne dal punto di vista economico ..ma ora ci siamo così pentiti. .
Abbiamo un figlio di quasi 2 anni che per me è tutta la MIA forza. ..
Ma non riesco a non sentirmi in colpa ogni secondo della giornata.
Ci penso, piango , ...
Vorrei avere un bambino ora...ridare la possibilità a una vita di nascere. .

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Inserita il 08/09/2017 - 13:21

Gentile Luna,
immagino, dal livello di angoscia che traspare dal suo messaggio , lei si stia riferendo ad un aborto. Certo non può che essere stata un'esperienza traumatica. E' sempre molto doloroso per una donna soprattutto , arrivare a prendere una decisione così e sicuramente devono esservi stati motivi molto seri, se persona con il suo potenziale affettivo, è giunta ad una tale decisione.
Certo via mail è molto difficile supportarLa in un un momento così delicato senza rischiare di essere fraintesa, ma vorrei poterla rassicurare . Lei non era nè al quarto nè al settimo mese di gravidanza , quindi può essere certa che il dolore che prova è sopra ogni altra cosa, condizione legata solo a lei stessa e al suo grande senso di maternità: maternità alla quale ha dovuto rinunciare causa forza maggiore. Questi, è vero sono eventi traumatici , al di là di qualunque motivazione razionale vi sia stata alla base. Occorre lei giunga a pacificarsi con sè stessa , e ciò , dovrebbe avvenire prima di pensare ad una nuova gravidanza. Sarebbe opportuno prendesse in considerazione la possibilità di farsi seguire sul piano psicologico fino a che non abbia almeno in parte superato questo pesante senso di colpa, evitando di compiere prima di ciò, scelte affrettate che potrebbero comportare ulteriori problemi sia sul piano psicologico , che su quello pratico.
Le invio un caloroso saluto.
Dott.ssa Giuseppina Cantarelli.
Parma
,

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 08/09/2017 - 13:06

Cara Luna,

faccia un bel respiro profondo; l'ivg può rappresentare un evento altamente stressogeno e traumatico.
Si rechi in un consultorio, provi a pralare con una psicologa per meglio affrontare e superare questo momento così difficile.
Un passo alla volta, coraggio!
Un caro saluto!

Dottssa Cristina Fumi
psicologa - psicoterapeuta
Milano
www.studiokaleidos.it