Federica domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 13/09/2017

A 40 anni in un tunnel...

Salve, non so bene come iniziare, sono una donna di 40 anni che da qualche anno si trova come impantanata rispetto alla sua vita. Ho una relazione d'amore da sei anni con una persona che mi ha fatto penare a lungo prima di scoprire, su mia intuizione, che poteva essere interessato dalla sindrome di Asperger, come poi gli è stato diagnosticato. In più, faccio parte da tempo di una associazione di impegno umanistico, alla quale ho dedicato tantissime energie della mia vita ma all'interno della quale si sono create negli anni numerose tensioni che mi hanno riguardato, a partire da mie insofferenze nei confronti di alcune dinamiche secondo me manipolatorie all'interno di questa realtà, che mi hanno procurato molte critiche, inimicizie o incomprensioni, tensioni numerose, al punto che desidererei allontanarmene senza sapere bene come fare perché molte delle mie persone più care ne sono parte, mentre le mie amicizie storiche sono tutte lontane, sia geograficamente sia ormai anche un po' nelle scelte di vita. Credo di sentirmi molto sola e isolata anche se in realtà frequento tante persone. E data anche la difficoltà dovuta all'Asperger, con il mio compagno faccio una immensa fatica a immaginare un futuro, per lui sembra quasi impossibile.
Mi sembra di essermi infilata in un tunnel, e non so bene come uscirne e mi sento triste, con poca stima di me stessa, intrappolata.
Non sono tanto abituata a parlare di me stessa, di solito sono un'ascoltatrice e un'incoraggiatrice, faccio finta di stare sempre bene o svicolo su ciò che mi riguarda più intimamente... e infatti anche questo messaggio mi sta comportando fatica scriverlo, però spero che sia utile.
Vi ringrazio molto.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Flavia Passoni Inserita il 28/09/2017 - 10:48

Gentile Federica,
Intanto grazie per la sua domanda: aprirsi in questo modo dev'essere stato molto arduo ed è certamente segno di grado coraggio, oltre che di una situazione che sembra "metterla alle strette". In questo caso un consulto psicologico potrebbe aiutarla a trovare uno svincolo in questa fase della vita che, forse, le sta richiedendo dei cambiamenti, di tipo concreto o di atteggiamento mentale, che incontrano, in lei, forti resistenze. Per quanto riguarda la situazione con il suo compagno, un percorso terapeutico di coppia potrebbe aiutarvi a fare chiarezza sulle aspettative reciproche e sulle opportunità per il vostro futuro.
Rispondono:
Dott. Verza Stefano Clemente e Dott.ssa Brambilla Veronica, esperti Centro Synesis Psicologia
Carnate (MB), Arcore (MB), Cagliari (CA)
0396076481, 338163275
http://www.centrosynesis.it/1/l_esperto_risponde_4107334.html?cat=19996

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 14/09/2017 - 09:48

Gentile Federica,
Le faccio i complimenti per lo sforzo che ha fatto nell'aprirsi con questo messaggio perchè sembra non essere per lei facile. Questo dimostra la sua volontà di apportare cambiamenti nella sua vita. Credo che lei abbia delle scelte importanti da fare e le consiglio per questo un supporto psicologico per affrontare tutto questo con serenità.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Arluno (MI)