Alessandro domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 20/05/2017

Sono in crisi contro me stesso

Salve a tutti, spero vivamente in una risposta alla mia domanda perché sto attraversando il periodo più brutto della mia vita e non riesco a trovare una via d'uscita.
Il tutto è iniziato 3 anni fa, quando ho avuto la mia prima (e anche unica) relazione duratura, circa un anno e mezzo. È stata una bella relazione ma al tempo stesso stressante. Ho commesso degli errori durante quella relazione ma non mi ero mai posto il problema di confessare tutto alla mia fidanzata. Fino a quando una sera, tutto d'un tratto, ho cominciato ad avere forti sensi di colpa e farmi un'infinità di domande, così decisi di raccontarle tutto. Dopo poco quella relazione finì, anche a causa di errori che commise lei col proseguire del tempo. Da allora non son più stato la stessa persona di prima, non ho più provato la vera felicità che prima circondava la mia vita. Da circa due mesi sto frequentando una ragazza, ma da due settimane sono caduto in un altro periodo di depressione. Ho cominciato a farmi domande del tipo "perché mi piace?", "perché ci sto insieme?", "cosa mi piace realmente di lei?", "non è che sto cambiando preferenze sessuali?". A tutte queste domande cerco sempre di darmi delle risposte, ottenendo esattamente l'effetto contrario. Queste domande mi perseguitano e non riesco più a liberarmene, non riesco a mangiare praticamente nulla, dormo pochissimo, ho voglia di far nulla e non sono mai felice. Non sto vivendo serenamente la relazione a causa di queste domande che mi perseguitano, anche se so che la ragazza con la quale sto ha tutte le caratteristiche che io vorrei, e so bene che vederla con un altro ragazzo mi farebbe stare ancora peggio, ma al tempo stesso non sono felice in questa situazione. Non so cosa fare per stare meglio, per tornare ad essere felice

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elena Ferrarello Inserita il 22/05/2017 - 09:27

Osio Sotto
|

Buongiorno Alessandro,
il periodo che descrive è un periodo lungo perchè dura da tre anni e sembra strettamente legato al suo essere in una relazione di coppia. Il senso di colpa l'ha portata a confessare gli errori che ha commesso alla sua ragazza e ad una conseguente rottura della relazione. Ora si trova in una nuova relazione ma sembra che domande e dubbi le impediscano di vivere anche questa nuova relazione.
Sembra che non si permetta di vivere una storia d'amore in modo sereno.
Perchè si autosabota? Perchè fa di tutto per interrompere le relazioni che vive?
Dovrebbe pensare che cosa succederebbe se lei vivesse una relazione d'amore e chi ne sarebbe più contento e chi più dispiaciuto.