maria domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 11/11/2016

Potenza

Malattia o sentimento?

salve ,ho 30 anni e da giugno non sento e vedo più una delle persone con cui avevo instaurato ,prima un'amicizia di 6 anni,costruita con pura sincerità e rispetto,poi che si stava trasformando in altro,ma per paure mie e intromissione di altre persone,compresa la sua ex ,con il quale aveva avuto un rapporto di 10 anni,tra alti e bassi...abbiamo iniziato a litigare perchè io gli davo pressioni per insicurezza e paura che lui preferisse l'ex a me,lui prima confuso ,poi non so...siamo arrivati a chiudere ad aprile per mia scelta,per poi ricercarlo io con sporadiche tel fino a giugno ,poi più niente.Sua l'ultima tel...poi io non l'ho cercato più ,lui uguale,nonostante la tel era stata una di quelle solite e tranquille. Ora forse lui è tornato con l'ex,probabilmente progettano di sposarsi,sarebbe anche logico visto che lui ha 39 anni e lei 36 ,in più non hanno bisogno di conoscersi ecc. Io però non riesco ad accettare la cosa,probabilmente non tanto che stia con lei ma che si sia dimenticato del tutto del nostro rapporto,al quale lui teneva tanto quanto me,o almeno così diceva e dimostrava. non riesco ad uscirne...sono finita a perder peso,a rivolgermi a cartomanti ,ecc... sono malata?o solo il mio corpo mi dice che sotto c'è qualcosa che ci ha messo i bastoni tra le ruota?lui che vedendosi grande e vedendo la sicurezza lavorativa di lei ,che si era ristabilita in paese ,dopo anni fuori,gli ha dato la convinzione che era la cosa migliore da fare? non so che pensare,non so cosa fare...so solo che nonostante tutto,nonostante il male che m'ha causato ,ho ancora un profondo affetto per lui.
grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Shara Mancini Inserita il 11/11/2016 - 14:38

Gentile Maria,
per dissipare tutti i dubbi che ha dovrebbe parlare con questo ragazzo con cui non è chiaro il tipo di relazione abbia avuto. Scrive che si trattava di un’amicizia che “si stava trasformando in altro” e delle sue “pressioni” e “insicurezze” nei confronti di lui. Ora ipotizza che questo ragazzo sia tornato con la sua ex e immagina che stia progettando un matrimonio.
Sembrerebbe che lei faccia molti pensieri che le creano sofferenza senza sapere quale aderenza abbiano con la realtà, inoltre sente di essere stata ostacolata nell'iniziare o proseguire questa storia sperimentando così un senso di impotenza che sembra bloccarla ancora, scrive infatti di “intromissione di altre persone” e poi aggiunge “sotto c'è qualcosa che ci ha messo i bastoni tra le ruote”.
Potrebbe chiamare questo ragazzo e chiarire la situazione sia per conoscere i fatti attuali, sia per capire se c’è o c’è stata una reciprocità nei sentimenti e nelle intenzioni. Consideri che sono passati diversi mesi da quando non ha più contatti con lui. Se sente il bisogno di un sostegno lasci stare i cartomanti che alimentano soltanto timori e fantasia senza nessuna base concreta, si rivolga piuttosto ad uno psicologo di persona per indagare le sue modalità di pensiero e affrontare il suo disagio.
Saluti.

Dott. Shara Mancini, Psicologa

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 11/11/2016 - 10:30

Salve Maria, lei fa tutta una serie di ipotesi che, però, non sappiamo se siano corrette oppure no. Da quello che dice non sappiamo se lui è effettivamente tornato con la sua ex oppure no, così come non sappiamo se si sia dimenticato del vostro rapporto. Cosa le fa pensare che si sia dimenticato? Le storie importanti solitamente non si dimenticano, ma quando finiscono bisogna andare avanti e ognuno gestisce la cosa in modo diverso.
Nel suo caso io non darei per scontato che questo rapporto possa definirsi effettivamente chiuso perché non si sa quali sentimenti ci sono. Lei dice che prova un grande affetto, ma è semplicemente affetto per qualcosa che è stato importante ma che è finito oppure è qualcosa di più? E quali sono i sentimenti che prova lui? Il fatto che non le ha più telefonato non significa nulla, neanche lei l'ha fatto.
Io credo che prima dovrebbe capire se questa storia è veramente conclusa oppure no. In caso affermativo dovrebbe elaborare questa rottura e riprendere in mano la sua vita.
Le consiglio di valutare la possibilità di rivolgersi ad uno psicologo che la possa aiutare a fare chiarezza e a gestire le difficoltà che sta incontrando.