Roberto domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 21/10/2016

Agrigento

Mi preoccupo intensamente per la mia salute

Salve, sono un ragazzo sulla ventina che scrive sperando di ottenere una soluzione al suo problema. Recentemente ho sofferto di una malattia lontano da casa, e ciò mi ha causato molta ansia perché mi sono sentito "intrappolato" e perduto. Tornato in Italia mi hanno operato e hanno risolto il problema, se non fosse per l ansia che quasi ogni giorno in quantità più o meno elevata mi si presenta e mi impedisce di vivere adeguatamente. In aggiunta, ho perso un amico a causa di un malore nello stesso periodo e nella stessa situazione in cui mi sono trovato io (lontano da casa). Più nel dettaglio, ho paura di rimanere di nuovo da solo nel momento del bisogno, per cui non riesco ad allontanarmi troppo da casa o dal pronto soccorso più vicino. Sono spesso spaventato da minimi sintomi quali mal di testa o di stomaco, pensando che si riproponga nuovamente qualcosa di più grave. Sono conscio che la mia ansia sia abbastanza immotivata, perché fisicamente sano, ma non riesco a fare a meno di preoccuparmi intensamente per la mia salute e per quella dei miei cari. Ho provato a pensare in modo più positivo, ho provato ad ascoltare musica rilassante e a fare yoga, ma nessun risultato.. Spero che qualcuno sappia illuminarmi su come affrontare e superare questo scomodo periodo. Nel caso, grazie anticipatamente..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giorgia Salvagno Inserita il 22/10/2016 - 12:11

Gentile Roberto,
innanzitutto volevo chiarirle che i sintomi che lei riporta susseguono frequentemente a malattie personali o di familiari/amici. Posso comprendere il senso di smarrimento che ha provato essendo lontano da casa e posso comprendere il timore che lei ha attualmente di allontanarsi ancora. Tuttavia mi pare di capire che tale situazione stia compromettendo la sua vita limitandola in primis per quanto riguarda la sua serenità.
Il mio consiglio è quello di rivolgersi ad uno psicologo per intraprendere un percorso in cui esplorare i suoi vissuti rispetto a tali eventi e in cui parlare dei suoi sintomi, in modo da trovare un modo adeguato per gestirli. Potrebbe pensare, eventualmente, anche a delle consulenze a distanza, via Skype, in modo da ottenere anche delle prime indicazioni sulla sua situazione.

Resto a disposizione

Un caro saluto

Dott.ssa Giorgia Salvagno

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 21/10/2016 - 13:02

Salve Roberto, solitamente la consapevolezza dell'irrazionalità delle proprie reazioni non è sufficiente a superare i problemi. Non è sorprendente, quindi, che anche se è consapevole del fatto che la sua ansia è immotivata, non riesce ad evitare di preoccuparsi.
Mi sembra anche consapevole del fatto che il suo problema sta diventando molto invalidante in quanto le si presenta una forte ansia quasi ogni giorno, non si allontana troppo da casa o dal pronto soccorso più vicino, interpreta in modo estremamente negativo i suoi sintomi fisici ed è eccessivamente preoccupato per la sua salute e per quella dei suoi cari.
Certamente non è possibile fornirle la soluzione semplicemente attraverso una risposta al suo messaggio, ma può affrontare queste difficoltà attraverso un percorso psicologico che la aiuterà ad acquisire le risorse per poter affrontare la situazione. In particolare, le segnalo che l'approccio breve strategico è molto efficace nel trattamento di queste problematiche.