Sara domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 24/08/2016

Vicenza

Stress ed insicurezza

Sono una studentessa e sto passando un periodo all'estero per tirocinio. Mi manca un mese e ne ho già fatti 4. E' stato ed è un periodo davvero stressante, il tirocinio è difficile per me. Non erano organizzati per il mio arrivo, mi hanno dato un progetto ma nessuno ha mai molto tempo per seguirmi perché stanno passando un periodo difficile all'interno dell'ufficio, e aggiungo il fatto di aver capito che la ricerca non fa per me. Inoltre le amicizie a Londra per me sono state complicate, molte delle persone conosciute se ne sono andate e molte abitano lontane e ci si vede un giorno a settimana se va bene. Quindi molto del mio tempo lo passo in ufficio dove sono sempre molto tesa anche perché non so fare molto e mi sento una stupida, alla sera corro ad un corso di inglese, ed il resto del tempo sono sola. In questi giorni mi hanno dato il compito di scrivere il paper del progetto entro un mese, ma io ho deciso di prendermi una settimana per tornare a casa. Sento un forte bisogno di fermarmi dopo anno di studio dove ho cercato di fare buoni esami per poter venire qua, dove ho studiato inglese per cercare di cavarmela un po'. Per cui iniziare a scrivere una specie di tesi in un mese mi stanca parecchio.Non ho fatto nulla per 4 mesi e solo ora sembra debba lavorare seriamente quando ormai non ho più nessuna forza per studiare ed elaborare cose nuove. I miei amici sono in vacanza, stanno passando dei bei momenti insieme, e l'idea che a settembre debba iniziare il mio ultimo anno con esami e inizio della tesi. Mi sento satura e non mi son sentita rispettata dalle persone che avrebbero dovuto seguirmi, li capisco ma ora io ho finito le mie ore di tirocinio e vorrei solo andare lì spensierata e ultimare un lavoro, non dover iniziare un lavoro che avrei dovuto eseguire nel corso dei precedenti 4 mesi.
Ho paura di sbagliare io ma da un lato sono davvero fisicamente e mentalmente sfinita. Vorrei un consiglio, se sto sbagliando o se un po' di menefreghismo nei confronti di questo tirocinio un po' è lecito.
Vi ringrazio e mi scuso per la lunghezza

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Claudia CAMPISI Inserita il 29/09/2016 - 07:51

Buongiorno Sara,
immagino sia rientrata in Italia e chissà come ha portato a termine la sua esperienza di tirocinio.
Se avesse voglia di condividerla ci farebbe molto piacere anche per comprendere se i sentimenti di cui ci parlava erano legati esclusivamente alla condizione di pressing del compito richiesto o a un malessere frutto di un anno molto intenso.
Dr.ssa Claudia Campisi