Simona domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 13/06/2016

Milano

Depressione. solitudine con un passato bulimico

Salve.sono Simona..ho 35 anni..ho alle spalle un lungo passato di bulimia.ne ho,sofferto per 13 anni..bulimia nata da disagi.da un infanzia in cui ho patito l'isolamento,l'emarginazione,ed un assetto familiare privo di carezze ed affetto..ai 30 son crollata con un esaurimento da stress da lavoro..da allora ho smesso di sfogarmi sul cibo e,diciamo che fortunatamente ho ribaltato la cosa sotto un'assetto creativo..l'arte mi aiuta..ma in tutto ciò la depressione continua a divorarmi..svolgo un lavoro che odio.da ormai dieci anni.vivo da sola e non posso permettermi il lusso del licenziamento..non ho amici,non ho affetti e nessuno con cui confrontarmi..svegliarmi ogni giorno è come una lunga angoscia perenne..svaluto la mia vita è altrettanto le mie capacità..vivo nella tristezza e nella poca autostima di me..ovviamente la lunga bulimia ha distrutto l'entusiasmo e la voglia di un futuro..il pessimismo mi mangia viva..se prima almeno riuscivo almeno a piangere.ormai son anni che accumulo emozioni.e so che prima o poi esploderanno.e la mia più gran paura che sfocino nel peggio..non ho mai seguito un percorso terapeutico.non ho mai chiesto aiuto..la mia famiglia mi ha sempre cresciuto con l'idea di dover guardare sempre chi sta peggio di me..ma così non ho fatto altro che screditare le mie debolezze e i mie problemi pensando di esser stupida o quant'altro..però vivo male..e non so qual sia il miglior modo per resettare il mio pensiero è farmi forza e aver almeno attimi di gioia...grazie mille...in anticipo...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Barnaba Inserita il 13/06/2016 - 09:28

Gentile Simona, da ciò che scrive si evince una vita costellata da sofferenza e poca serenità. La bulimia è un disagio molto importante che lei sembra aver affrontato, ma il malessere che si evince fa pensare che comunque non stia ancora del tutto bene. Le consiglio di intraprendere un percorso terapeutico con uno psicologo della sua zona che la possa aiutare a fare ordine nella sua vita e ricercare la radice di tutta questa sofferenza.
Saluti
Dott.ssa Barnaba - Taranto