Giulia domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 02/02/2016

Lecco

Non riesco a controllare la mia rabbia e l'ansia

Buona sera, è la prima volta che cerco di affrontare il problema veramente perchè ho sempre pensato che col tempo sarebbe passato ed invece non è stato così.. ormai sono all'estremo ed ho davvero bisogno di un aiuto.. Da parecchi anni soffro di attacchi di panico ma nell'ultimo periodo stanno peggiorando a tal punto di averne anche più volte alla settimana.. non mi sento più serena ormai.. Appena c'è qualche tipo di tensione emotiva o discussione con qualcuno si scatena in me la disperazione (lo so che posso sembrare drammatica ma ve lo giuro vado veramente in trans, non riesco a controllarmi..) è straziante e non ce la faccio più a stare così male..che cosa posso fare? Grazie

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Elena Parise Inserita il 02/02/2016 - 18:39

Buonasera Giulia,
Purtroppo a volte il tempo ci aiuta, e altre volte invece ci è nemico, ma mi sembra importante che oggi Lei sia pronta a chiedere aiuto.
I cicli del panico purtroppo fanno sì che, dopo il primo attacco di panico, i successivi si inneschino più per la paura della paura (ossia la paura di un nuovo attacco di panico). Ciò può portare all'evitamento di zone o persone a cui si lega l'aver avuto un attacco di panico, oltre a una maggiore attenzione sul corpo e sulle sue sensazioni fisiche, leggendole come un chiaro segno dell'arrivo di un nuovo attacco. Ciò non fa che alimentare il tutto.
In più lei riporta una difficoltà nel gestire le sue emozioni, tanto da disperarsi anche a seguito di un confronto con qualcuno. Che cosa pensa in quei momenti?
Sicuramente così non è facile e il fatto che chieda cosa può fare mi sembra un punto da cui partire per cercare in Lei la motivazione a rivolgersi a uno specialista psicologo per affrontare questa situazione, non più da sola, ma con l'aiuto di un esperto in materia.

Non esiti a contattarmi per qualunque chiarimento.

Un caro saluto,
Dott.ssa E. Parise - Psicologa

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 02/02/2016 - 15:25

Salve Giulia, purtroppo la maggior parte delle volte il tempo non è in grado di "curare" e sistemare le cose, non da solo, e non da soli, senza una guida che sappia indirizzare verso ciò che è necessario comprendere e conoscere di se stessi, per potersi poi "risolvere". Penso che un percorso psicologico possa esserle di forte aiuto nel riconoscere e gestire le sue emozioni. L'approccio cognitivo comportamentale ad esempio si focalizza in maniera essenziale sull'equilibrare il rapporto che abbiamo con la nostra emotività, portando a comprendere la funzione delle nostre "reazioni", anche quelle più violente o impulsive, e lo sviluppo di varie modalità alternative per poterle regolare, migliorando sia il benessere individuale che le relazioni sociali e interpersonali. Provi a contattare un terapeuta della sua zona, anche tramite questo portale.
A disposizione per ulteriori informazioni,
un saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi - psicologa cognitivo comportamentale
www.chiarafrancesconi.it