Sara domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 02/02/2016

Tristezza continua

Sono sempre stata felice e spensierata fino a che non mi sono lasciata con il mio primo ragazzo (con il quale sono stata due anni) che si è messo poco dopo con la mia ex amica, con la quale non parlo più da molto tempo.
Sono passati ormai due anni dalla rottura e posso dire di averla superata, anche se dopo quel momento, è come se mi fossi tolta un paraocchi e vedessi tutto buio... In poche parole per me l'amicizia non esiste, l'amore vero non esiste, motivo per il quale negli ultimi tempi sono stata più che selettiva, sia per le amicizie che per i ragazzi.
Tra l'altro mi sento un fallimento...tutto questo crollo emotivo mi ha fatto perdere due anni di scuola. Non faccio altro che ripetermi che sono inutile, che faccio schifo ad avere quasi 21 anni e ad essere in quinta superiore ... E quando litigo con una persona o mi capita di discutere, mi logoro il fegato dal senso di colpa e penso sempre che sia io quella sbagliata...

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. alessandro centini Inserita il 03/02/2016 - 15:56

Ciao Sara,
immagino che tu ti senta spesso sopraffatta dalle tue emozioni negative e capisco che, dopo quello che ti è successo non sia facile fidarsi degli altri, ma credo che in questo momento tu pensi di esserti tolta un paraocchi, invece quello che ti è successo ti ha portato a vivere con degli occhiali da sole che non sai di avere e che ti fanno vedere tutto nero. Finché non prenderai consapevolezza di questi occhiali la tua realtà sarà falsata in negativo e non ti permetterà di vedere ciò che di positivo c'è nella tua vita. "Ricordati che gli uomini non soffrono le cose, ma per il modo in cui le vedono" epitteto.

Un cordiale saluto
Dott. Alessandro Centini

Dott.ssa Elena Parise Inserita il 02/02/2016 - 10:55

Cara Sara,
Sicuramente deve essere stato molto difficile affrontare questa situazione che immagino possa essere stata molto dolorosa. Posso capire quella sorta di senso di sfiducia che provi nei confronti degli altri a seguito di quanto racconti, tuttavia, non permettere che ciò precluda la possibilità di nuove amicizie e nuovi amori: non tutte le volte va così e non tutte le persone che incontriamo sono così. Per fortuna.
Inoltre, i giudizi che ti dai ("fallita", "inutile", "uno schifo") di certo non ti aiutano e, come tutti i giudizi, non fanno altro che convincerci ancora di più di essere proprio così. Non è vero. Sei anche altro. Sei anche una ragazza giovane che nonostante una brutta esperienza non ha mollato: stai comunque finendo la scuola e quest'anno ti diplomerai. Non mi sembra proprio da "fallita". Ci hai messo di più, è vero, ma hai fatto fronte a quello che tu definisci "crollo emotivo", e comunque hai tenuto duro e ora sei qui.
Infine, discutere può portare anche a rinforzare un rapporto, non deve essere visto solo come un momento di crisi o rottura: aiuta a conoscere l'altro e a farci conoscere, impari cosa a lui non piace e cosa a te non piace. È un momento di evoluzione in un rapporto, non di chiusura.

<<Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza.>> (Il Piccolo Principe)

Per qualunque cosa resto a disposizione, non farti problemi a contattarmi.

Un caro saluto,
Dott.ssa E. Parise - Psicologa