Luca domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/01/2016

Genova

Blocco totale negli studi e fatica di apprendimento

Buona sera, ho 25 anni, studente universitario. Provo a scrivere qui con la speranza di cercare la soluzione ad un problema che comincio a ritenere davvero insormontabile. Ho frequentato un istituto tecnico commerciale con successo e senza problema alcuno. Diplomato con un buon voto finale e senza mai perdere un anno. Decisi nel 2009/2010 di intraprendere la carriera universitaria, tentando il ramo della giurisprudenza, avendo sempre notato una forte passione nelle materie relative al diritto. Purtroppo negli anni di università precedenti, il mio rendimento è stato disastroso, quasi nullo. in tre anni di giurisprudenza, sono riuscito ad affrontare con successo solo un esame, per quanto mi dedicassi assiduamente agli studi. Ho notato con molto dispiacere che le mie capacità di apprendimento e memorizzazione sono calate sin da quando ho intrapreso la carriera studentesca. All'ennesimo esame andato male, ho pensato che la soluzione migliore sarebbe stata cambiare facoltà, decidendo così di passare da giurisprudenza a Scienze Politiche. Nel frattempo, nel 2011 ho dovuto affrontare la separazione giudiziale dei miei genitori e con essa tutti i problemi famigliari ed economici che si sono andati a creare. Per quanto la situazione sia stata complicata, ho deciso di non demordere e di continuare a provare a studiare. Ma anche nella nuova facoltà di scienze politiche, continuo a riscontrare gli stessi problemi. Faccio estrema fatica a memorizzare le lezioni e i temi delle materie; la voglia cala sempre più drasticamente, anche le teorie o i temi di studio più semplici mi sembrano quasi impossibili. Rivolgo qui questa domanda, ammetto, come ultima soluzione ad un problema che mi sta letteralmente umiliando e che mi fa sentire incapace di poter affrontare una strada come quella dello studente universitario. Non so più cosa fare e come affrontare questo problema, ma nel frattempo mi ritrovo in mano un libretto con solo 3 esami sostenuti con successo e molta molta angoscia e il dubbio che forse dovrei abbandonare completamente gli studi e dedicarmi ad un'attività lavorativa. Non mi rimane altro che chiedere consiglio a voi, ringraziandovi già per l'attenzione ed il tempo che dedicherete a leggere questo mio scritto. Grazie mille e a presto.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bua Inserita il 29/01/2016 - 10:17

Gentile Luca,
posso immaginare il suo sconforto e la sua frustrazione nel vivere ciò che racconta. Lei accenna a difficoltà di memorizzazione e di apprendimento di ciò che studia: più nello specifico, che cosa le succede quando inizia a studiare? Le sembra di essere concentrato su ciò che sta leggendo? Alcune volte anche un metodo di studio non adeguato può portare a scarsi risultati nell'apprendimento e alla conseguente frustrazione nel non riuscire a raggiungere i risultati sperati. Dice inoltre di non aver mai avuto prima problematiche del genere, quindi tenderei ad escludere un disturbo dell'apprendimento, che in genere viene diagnosticato in età scolare, tuttavia ci sono casi in cui tale problematica può essere rilevata più tardivamente, sebbene alcune difficoltà debbano essere già state sperimentate precedentemente. La separazione dei suoi genitori ha certamente contribuito a minare la sua serenità e il suo equilibrio e ha ulteriormente inciso. Tuttavia credo che le sue difficoltà possano essere adeguatamente trattate. Per tutti questi motivi le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo con il quale intraprendere il percorso più opportuno. In che città studia? In genere le università hanno servizi psicologici gratuiti rivolti ai propri studenti. Può provare ad informarsi se vuole accedere ad un consulto psicologico, ma non se la sente di sostenere la spesa economica. Per qualsiasi informazione rimango a sua disposizione.

Cari saluti
Dott.ssa Valentina Bua
Psicologa
Roma

Dott.ssa Christina Marchetto Inserita il 29/01/2016 - 06:47

Gentile Luca,
Chiedere aiuto non significa umiliarsi o essere incapace. Rivolgersi a persone preparate e disponibili come un professionista psicologo può essere segno di maturità e capacità di comprendere di attraversare un momento difficile.
Le suggerisco di intraprendere un percorso di consulenza e sostegno x andare a fondo si questo suo stato e difficoltà.
Comprendere assieme l'origine delle sue carenze di memoria e capire assieme quali possono essere le strategie e le soluzioni di questo momento! A disposizione
Dott.ssa Christina Marchetto
Www.christinamarchetto.it