Michelle domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 29/07/2015

Agrigento

Non ce la faccio piu... la mia vita è uno schifo.

Ormai è tanto tempo che penso al suicidio.non so più cosa fare, la mia vita è uno schifo.
Ho i genitori separati, e ora sto con mio padre e ho una nuova madre.
mia madre naturale, è malata di mente, e a me, mio padre e le mie sorelle ce ne ha fatte passare tante(ex.risse in casa e molto altro). Non voglio diventare come lei.
A due anni io, mio fratello e mia sorella siamo stati in collegio, perché una volta separati i miei genitori bisognava ancora decidere a chi dare il mantenimento così dopo due anni passati in quel l'orribile posto, feci un mese di prova con i miei nonni ( dicevano di avere abbastanza soldi per crescerci e infatti ne avevano, stavo in una casa enorme Con tre piani) mi facevano dormire sotto le scale, in mezzo alla polvere con solo un materasso e un cuscino. Mi picchiava moltissime volte, e se lo dicevo all'avvocato non mi dava ragione.e c'è molto altro, i soldi che mi mandava mio padre per comprarmi vestiti o cose che servono se li prendevano loro, i vecchiacci dei miei nonni, come tutti gli orecchini d'oro che mi regalarono al battesimo. Ora sto con mio padre e la mia nuova madre. Siamo in sette in famiglia, e io mi sento uno schifo, mi sento inutile, cessa, grassa, orribile, non ho neanche molti amici, ho solo una migliore amica e qualche amico perché la maggior parte son tutti falsi. Mi sarebbe davvero piaciuto il provare la sensazione di un'abbraccio materno. Non ho mai abbracciato ne dato un bacio a mia mamma (ne una, ne l'altra).
Io non sono abbastanza, non servo a nulla e non chiedo molto, voglio solo essere felice e stare bene con me stessa. Ogni notte mi alzo, piango e ogni tanto vomito, non ce la faccio più, mi sembra di cadere in depressione e c'è molto altro che non sto a raccontarvi. Ho bisogno di un aiuto....

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 02/08/2015 - 20:42

Viterbo
|

Cara Michelle,

il tuo disagio e le tue problematiche sono abbastanza complesse e non possono essere affrontate on-line, meritano infatti un ascolto attento, empatico e supportivo.
Hai mai preso in considerazione l'ipotesi di contattare un Collega di persona?

Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo clinico e forense, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica
www.psicologoaviterbo.it