Giuli  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 03/01/2021

Roma

Vorrei ricominciare un percorso psicologico

Salve ,
Sono una ragazza di 29 anni e mi sento in crisi nera. Non per quello che mi succede ma per l'angoscia che mi da la mia mente. Prometto ho vissuto un adolescienza di bullismo per poi finire in una relazione dove non riuscivo ad essere soddisfatta ho iniziato a leggere libri che dicevano di aprire il cuore, le sensazioni per trovare la strada giusta e non vivere così tanto per, che la mente mente, che se dici alla mente di non pensare a uno scimmia alla fine ci pensa, ecco da li sono iniziate delle ossessioni in senso, la mia mente è sempre angosciata non so più io chi sono quali sono le sensazioni e quale la mente, se seguo solo le sensazioni neanche riesco a lasciare il ragazzo con cui non sto bene perché mi sveglio durante la notte per paura e lo richiamo, sembra una barzelletta mi sento persa, per mantenere una decisioni devo essere concentrata a non pensare e ripetermi che non ho bisogno di nessuno. In questi anni ho seguito psicoterapia che non mi ha aiutato affatto , un po di più uno psicoterapeuta breve strategica ma poi persi in lavoro, vorrei ricominciare con un professionista ma non so quale scegliere non ho bisogno di supporto ho bisogno di calmare la mente con soluzioni reali. Come se non mi fidassi più di essa, anzi ne ho paura... non so più quale sono le mie sensazioni, la mia mente bo...dopo tutto questo avevo anche paura di leggere qualsiasi libro pensando mi condizionasse. Sto iniziando un percorso psicologico ma ho paura sia un altra perdita di tempo.... non posso stare così 1 settimana e vedere un professionista 1 ora..... mio dio.... grazie per l'ascolto comunque

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valeria Ricci Inserita il 04/01/2021 - 09:52

Gentile Giuli nei momenti di difficoltà e maggiore stress nella nostra mente possono prevalere pensieri negativi che si ripropongono in modo ripetitivo, dandoci la sensazione di esserne sopraffatti e di non avere armi per poter controbattere. Non si senta quindi anormale per questo. E non è nemmeno semplice seguire il proprio istinto quando le nostre risorse più belle sono bloccate dalla paura. Bene che lei abbia chiesto un aiuto ad un collega, nonostante un'esperienza passata negativa. Ogni relazione terapeutica è diversa da un'altra, perché lei per prima la approccia diversamente. Sono certa che ne trarrà giovamento e che presto tornerà a sentirsi in pace con la sua mente. In bocca al lupo! E per qualsiasi cosa, mi contatti pure. Dottoressa Valeria Ricci (Roma)

Dott.ssa Katarina Faggionato Inserita il 03/01/2021 - 17:56

Cara Giuli,
se ho capito bene, tra poco avrà il primo appuntamento con lo psicologo. La Sua paura che sia una perdita di tempo è comprensibile, visti i pochi risultati nel passato. In più, sentendosi confusa come descrive, può essere difficile pensare in modo razionale. È stata brava a prendere coraggio e la decisione di iniziare. Perché la terapia funzioni è necessaria una buona relazione terapeutica e la fiducia tre Lei e lo psicologo. Dovrebbe instaurarsi e rafforzarsi un po' alla volta e il lavoro che andrete a fare insieme La aiuterà a calmare la mente. Racconti al collega tutto quello che ha scritto qui, non solo le difficoltà, ma anche le Sue aspettative, è importante. Non abbia paura di fare delle domande, saranno utili per la ricerca delle possibili soluzioni reali che si aspetta, un passo alla volta. Non so quale sia l'approccio che ha scelto, ma ci sono delle strategie per gestire l'attesa dell'appuntamento successivo. È normale e frequente pensarla come descrive, in particolare all'inizio. Dopo dovrebbe andare meglio.
Le faccio un grande in bocca al lupo per il Suo percorso.
Dott.ssa Katarina Faggionato