Caterina  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 31/03/2020

Brescia

Bassa autostima: si può risolvere e come?

Sono Caterina e ho ventiquattro anni. Cerco di essere una brava persona, gentile, disponibile, simpatica, con tutti. Ma è ormai da tempo che sono consapevole di non stare bene con me stessa, e rimanere bloccata in casa, quindi passare molto tempo con me stessa, mi sta distruggendo. Sto frequentando l’università, sono un anno fuori corso ma non riesco a dare gli esami, li ho sempre dati con molta fatica, a causa della mia ansia, ma nell’ultimo anno ho sempre studiato ma non mi sono mai presentata per paura, e non riesco a concepire il pensiero di finirli e laurearmi. Non so come spiegarlo, ma nella mia mente è una possibilità che non può esistere. Sono mesi che non sto mai sola, esco tutte le sere o per lavorare o per stare con i miei amici, e lo faccio per ignorare il disagio che provo quando sono sola. Ma nell’ultimo periodo spesso mi sento molto a disagio anche tra i miei più cari amici, mi sento fallita e senza obbiettivi; loro mi sembrano così “pieni” e io così vuota. Non faccio quasi mai nulla per me stessa, mi piace molto disegnare e sono molto brava ma non lo faccio mai e, quando ci provo, poi mi sento un po’ a disagio o quasi in colpa mentre lo faccio. Vorrei imparare a volermi bene e a considerarmi come la bella persona che dovrei essere ma non ce la faccio, mi sminuisco continuamente e mi nego le cose più belle. Sicuramente quando finirà l’emergenza andrò da uno psicologo (ci sono già andata in passato per alcuni disturbi alimentari che avevo), ma vorrei sapere con tutta me stessa che questa cosa è risolvibile.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Iannone Inserita il 04/04/2020 - 09:58

Milano
|

Buongiorno Caterina,
mi colpisce la tua frase "Non faccio quasi mai nulla per me stessa". Che questo malessere ti stia comunicando proprio che è arrivato il momento di ascoltare le tue passioni e aspirazioni?
Cari saluti
Giuseppe Iannone
Psicologo Psicoterapeuta e Sessuologo

Dott.ssa Linda Bori Inserita il 01/04/2020 - 16:57

Roma - Monte Sacro, Conca d'Oro, Tufello, Settebag
|

Buonasera Caterina,
Da quello che scrivi mi sembra di percepire la forte urgenza di riuscire a vedere la bella persona che sei, non riuscendo a riconoscerti i meriti e il tuo valore, negandoti di conseguenze le cose più belle.
Il disagio si è aggravato nell'ultimo periodo perché le distrazioni offerte dagli amici e dalle uscite non bastano più, l'ansia ti insegue anche in queste occasioni che prima ti davano sollievo. Sono diventate un'altra occasione di svilimento di te stessa.
Questo senso di fallimento che provoca ansia, sta bloccando anche la riuscita nel campo universitario e immagino questo vada ad alimentare il generale senso di sconfitta e di bassa autostima. Parli di un blocco, un blocco concreto, tanto da non riuscire nemmeno ad immaginare la possibilità di riuscire a concludere il percorso di studi.
E' molto difficile trovare la forza per impegnarsi in qualcosa che si sente come irrealizzabile, lo capisco.
Mi arriva un forte senso di stanchezza e di oppressione da tutti questi pensieri negativi, come se il livello di ansia e di stress avesse di lunga superato il limite massimo e ora sia difficile stare a galla. Per prima cosa cercherei di alleggerire un pò questa sensazione, tornare a respirare senza annaspare in cerca d'aria, questo è possibile iniziare a farlo parlando , portando al di fuori di te questi pensieri. Recuperata un pò di energia si può andare a lavorare sull'origine del malessere, su strategie e azioni da fare per il tuo obiettivo, imparare a volersi bene.
Se lo desideri, mi puoi contattare. Resto a disposizione,
Dott.ssa Linda Bori

Dott. Fabio Rapisarda Inserita il 31/03/2020 - 18:00

Palermo
|

Buongiorno, capisco che lei si sente ansiosa, perchè ritiene di non essere nelle condizioni di finire gli studi, o meglio ha paura. Non si sente all'altezza delle varie situazioni che le capitano, a cominciare dagli studi. Desideravo chiederle: perchè ha così paura di completare gli studi e portarli a termine ? Ha paura di deludere qualcuno oltre se stessa ? Ritiene che gli altri siano più bravi di lei ? I percorsi psicoterapeutici che ha fatto in passato li ha portati a termine o li ha sospesi ? Visto la sua giovane età, ritengo che possa ottenere buoni risultati se decide di iniziare un percorso psicoterapeutico e riesce a portarlo a termine.