Francesco  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/11/2018

Brescia

Scuola e stress

Buona sera,sono Francesco e mio figlio Fabrizio voleva porvi alcune domande.
Sono un ragazzo di 15 anni appena compiuti, e da un po'di tempo mi sono interessato al mondo dell'economia digitale.Dopo tutto quesr otempo ho trovato qualcosa che davvero mi entusiasma e con cui pottei costruirmi anche una carriera.
prima spendevo tanto tempo studiando e prendevo voti come 9 e 10,attualmente frequento la classe sevonda ad un liceo scientifico.
Trovavo e trovo ancora entusiasmo nello studiare scienze (soprattutto chimica e fisica) e strano a dirsi credo che proprio questo sia il mio problema.
In alcuni periodi me la sono vista brutta,ma non ho mai pensato al suicidio ma anzi cercando di imparare da quelle situazioni per poter ripartire da lì,emozionato sempre di più da ciò che potrò fare durante la vita.
Il problema giunge quando mi dedico a le cose che mi piacciono studiare(da autodidatta) e insieme,quasi "forzato" dai genitori ,devo studiare le materie scolastiche (cosa che faccio volentieri) per prendere voti alti.
Come ho gia detto imparare per me è una cosa fondamentale,ma quando mi ritrovo a dover farlo per un voto(che ormai ritrovo insulso) che deve essere per forza alto lì mi sento male.
Dovendo sforzarmi sempre a dare il massimo sono quasi sempre stressato per studiare mi sveglio la mattina alle 5 cosa che mi provoca anche delle emicranee nel pomeriggio seguente.
Ho anche proposto ai miei genitori di poter studiare da casa,evitando così verifiche e voti ,potendomi concentrare nello studio senza badare ad imparare le cose per un compito ma per conoscenza personale.Purtroppo hanno rifiutato e non so più che fare.Mi ritrovo sempre ad essere triste per questo sistema di apprendimento che valuta e basta e non riesce a fare imparare le materie nel corretto modo.
Detto ciò spero che qualcuno mi possa aiutare a capire cosa dovrei fare per quanto riguarda lo studio scolastico che mi causa molti problemi.
Tenderei a sottolineare che non ho mai pensato di interrompere gli studi,bensì cerco solo un modo di riuscire ad essere meno stressato e oppresso dai voti(scuola) e riuscire ad avere più tempo per studiare tutto(anche le materie scolastiche)
Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Rottoli Inserita il 21/11/2018 - 08:42

Monza
|

Caro Fabrizio, la tua richiesta apre a molte possibilità di analisi, di cui mi preme sottolinearne almeno due, non certo del tutto slegate. La prima riguarda ciò che senti di dover fare in modo obbligatorio e che ora ti porta a una fatica: se è vero che gli sforzi per raggiungere bei voti sono apprezzabili e necessari per concludere il ciclo scolastico, quali possono essere le conseguenze di un voto 'non alto' che ti richiede di svegliarti alle 5 del mattino per studiare? Mi pare di capire che tale 'obbligo', per rimanere in linea con i tuoi voti passati, assuma caratteristiche negative ora che hai trovato altri interessi. Inoltre è necessario capire cosa ti attivi l'essere valutato e giudicato, cosa che vorresti esplicitamente evitare.
Altra questione da sollevare e approfondire è relativa alle relazioni: non sembri interessato a mantere o creare rapporti coi tuoi pari (vorrei studiare a casa) è così? La scuola non è solamente un luogo di insegnamento e valutazione, oltre all'essere certa che alcuni professori siano in linea col tuo pensiero di studio per interesse, ma anche un luogo di crescita personale. Le relazioni sono il primo motore. Che tipo di amicizie hai? Com'è invece il tuo rapporto con gli adulti?

Da come parli e rifletti sei certamente un ragazzo intelligente e con molte risorse: ti consiglierei di approfondire attraverso una consultazione, anche breve, con un professionista sul tuo territorio.

Sono a disposizione per eventuali dubbi o nuove domande.

Un caro saluto
Dott.ssa Chiara Rottoli