La gelosia.. più la scacci e più l'avrai!

Da cosa origina la gelosia?

Pubblicato il 28 settembre, 2016  / Psicologia e dintorni
La gelosia.. più la scacci e più l'avrai!

Nella vita di tutti i giorni capita di ascoltare frasi del tipo: “Se non c’è gelosia, non c’è amore”…Fa parte della nostra cultura dare per scontato che nel rapporto di coppia debba esserci una buona dose di gelosia e questo in parte è vero.

Ma osserviamo più da vicino questo sentimento per capire di cosa si tratta.

Cos’è la gelosia?

La gelosia è un sentimento provocato dal timore, dal sospetto o dalla certezza di poter perdere la persona amata.

Così come gli altri sentimenti, essa in piccole dosi non è nociva, almeno fin quando non condiziona le relazioni e mina la propria e altrui serenità. Un pizzico di gelosia rende il rapporto piccante oltre ad essere un indicatore di presenza, di amore, è la conferma di un desiderio di esclusività. Esiste quindi una gelosia sana.

Tuttavia, nella pratica clinica mi capita spesso di confrontarmi con persone che della paura di essere traditi fanno la loro ossessione e per tenere a bada questa paura, tengono sotto stretto controllo il proprio partner compiendo gesti estremi e bizzarri sull’onda di una forte emotività.

Qui avviene il passaggio da quella forma di gelosia sana che caratterizza un rapporto "normale", alla gelosia patologica che può assumere svariate forme, diventando delirante e incontrollabile. Gelosia che smette di essere passione e che deriva dalla propria insicurezza e da un’atavica paura di essere abbandonati.

Perchè si può essere tanto gelosi da diventare ossessivi o addirittura aggressivi? Forse se n’è già fatta esperienza e quindi si cerca di evitare il rischio ricorrendo a manovre preventive di controllo del partner, forse perché quel qualcuno a cui eravamo molto legati da piccoli ci ha ingannati (potrebbe essere anche una madre o un padre) oppure perché si è assistito a tradimenti in famiglia… in molti casi, le persone che convivono con una forte gelosia devono fare i conti con esperienze che probabilmente non riguardano loro stesse, ma le persone più care, che hanno inficiato il loro senso di amabilità, la loro autostima e la fiducia negli altri.

La gelosia patologica si esprime attraverso azioni infondate e provoca un’angoscia che non si ancora ad elementi oggettivi esterni. Un’angoscia che distorce la realtà, la quale viene costruita nella propria mente in base alle proprie paure ed alle proprie convinzioni irrazionali, proiettata sul partner al quale si cerca di attribuire prove di infedeltà.

Gelosia e paura viaggiano a braccetto… ad oggi è costata la vita a centinaia di persone senza distinzione di sesso: punire il responsabile della fine di una relazione facendosi giustizia da soli nella convinzione di ristabilire il proprio ruolo o reimpossessarsi del proprio oggetto d’amore attraverso un sacrificio di sangue è il passaggio dalla gelosia passionale alla gelosia criminale.

Queste sono solo alcune delle modalità in cui si presenta la gelosia.

Essa è un sentimento che ha molte sfaccettature. Per trattare le patologie o i disturbi della relazione che ne derivano, è necessario un approccio individualizzato che passi per il riconoscere le origini del proprio sentimento, che lo congiunga alla paura dell’abbandono e/o alla dipendenza affettiva che sono ad esso collegate o latenti e che aiuti a sviluppare una migliore capacità di gestione delle proprie emozioni attraverso un percorso di consapevolezza e di scoperta di sè.