La consultazione genitoriale

Pubblicato il 6 maggio, 2016  / Genitori e figli
La consultazione genitoriale

La consultazione genitoriale è un percorso di sostegno e supporto offerto ai genitori che, con l'aiuto di un esperto, desiderano chiarire e confrontarsi sulle difficoltà di relazione e di comunicazione con i propri figli, trovare nuovi e più efficaci strumenti per realizzar-si in un ruolo genitoriale più efficace e soddisfacente.

Divenire genitori implica momenti di inevitabile difficoltà e fatica, scoraggiamento e disorientamento; quando nasce un bambino, nasce una mamma e un papà, che devono a loro volta imparare a essere genitori, accompagnando il bambino attraverso la crescita. Un compito complesso e difficile, ma molto affascinante, ma non privo di difficoltà!

Poter affrontare le problematiche con l’aiuto di uno specialista può ridurre la difficoltà e fatica nei genitori, può contenere lo scoraggiamento e il disorientamento, può ridurre il rischio di disagi nei i figli e, infine, può rendere la relazione famigliare più armonica e piacevole per tutti.

Molti genitori si rivolgono a uno psicoterapeuta per difficoltà e disagi legati alle fase evolutive di crescita del bambino piccolo o dell'adolescente.

Bambini età prescolare/scolare:

Molti genitori di bambini piccoli riferiscono difficoltà legati ad alcune tappe evolutive del bambino piccolo relativi soprattutto a difficoltà comportamentali (capricci, aggressività, ritiro sociale etc) e/o di sviluppo cognitivo-emotivo (difficoltà nel linguaggio, autonomie non acquisite, paura del distacco, problemi scolastici etc)

I disagi dei bambini sono atti comunicativi con cui il bambino comunica uno stato d'animo che a parole faticherebbe a comunicare; compito dei genitori è accorgersi di tale disagio, soffermarsi sul significato di tale difficoltà e rivolgersi a uno specialista del settore.

La consultazione psicologica rappresenta una preziosa opportunità per i genitori di confrontarsi con un terzo, esperto e competente sia di bambini che di dinamiche famigliari, al fine di individuare risorse e strategie efficaci per affrontare la difficoltà.

Spesso sono necessari pochi incontri con i genitori perché tutto il nucleo famigliare ne possa trarre beneficio; solo alcune volte, in casi molto specifici, lo psicoterapeuta incontra il bambino, altrimenti il percorso si struttura solo con colloqui con i genitori.

Adolescente

L'adolescenza è un momento critico che coinvolge non solo il giovane, ma l'intero gruppo famigliare che è esposto prepotentemente a un forte cambiamento.

Molti genitori lamentano una difficoltà di comprensione rispetto a quello che avviene nella relazione e nella comunicazione con un pre-adolescente o adolescente; alla coppia genitoriale che si trova in questa situazione può essere utile incontrare uno specialista per mettere a fuoco insieme a lui la situazione al fine di rendere più efficace e armoniosa la comunicazione con l'adolescente.

In questo caso è utile effettuare anche colloqui famigliari in cui è presente anche il giovane con i genitori.

Separazione/divorzio e eventi stressanti

Rispetto alla separazione e divorzio, è possibile intraprendere un percorso di sostegno alla genitorialità specifico post separazione al fine di individuare strategie comunicative e relazionali efficaci per affrontare e superare “insieme” la separazione, ridefinire confini generazionali che spesso sono stati soverchiati dalla separazione.

In questo caso la consulenza genitoriale è sostegno alla genitorialità dopo la separazione, e dunque il percorso sarà strutturato alla luce del tema specifico che si vuole affrontare: è dunque auspicabile che lo psicoterapeuta sia preparato in questo specifico campo.