federica domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 12/03/2018

Vicenza

Problemi di coppia

Siamo una coppia lui 26 anni io 23 siamo insieme da ormai 6 anni. Viviamo ogniuno nella propria famiglia. Abbiamo cominciato ad affrontare la parola CONVIVENZA abbiamo comprato la tv dato che abbiamo gia la casa messa apposta ma mancano ancora della mobilia. Come priimo impatto sembrava molto convinto poi ad un tratto a comincito a ripensare su tutto in quanto figlio unico e molto viziato dalla famiglia, ha cominciato a dire che e solo colpa mia che io devo crescere e che devo soddisfare i suoi interessi ( metto SEMPRE i suoi interessi al primo posto non gli faccio mai mancare nulla perché piuttosto rinuncio per me per fare contento lui, ma lui non rinuncio mai ; ci sono dei giorni che proprio non ne vuole sapere e dei giorni che prova interesse..Cosa devo fare? ho tentato più volte a fargli capire che sta sbagliato e che io potrei stufarmi di lui cos' ma non c'è verso che lo capisca.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 12/03/2018 - 12:46

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Federica,
da ciò che racconta mi sembra che sia lei la parte più attiva nella ricerca della convivenza.
Come mia desidera ciò? cosa significa convivenza per lei e per il suo compagno? è importante che vi possiate intendere su cosa significhi per ognuno di voi e per la coppia in generale. Quindi le consiglio di confrontarsi in mdo più ampio ed approfondito con il suo compagno in modo da comprendere le motivazioni che lo inducono ad essere titubante rispetto alla convivenza.
Inoltre, ha sottolineato che antepone i bisogni del suo compagno ai suoi per renderlo felice. come mai? mi sembra che questa modalità ricalchi un po' quella che lui vive nella sua famiglia d'origine descritta da lei.
Quindi comprendo il suo malessere e la possibilità che si stufi, perché i suoi bisogni non vengono ascoltati e questa condizione non è positiva per l'equilibrio della coppia, né tantomeno per lei.
Perciò è importante che rifletta su questo e poi valuti col suo compagno la possibilità della convivenza in modo da soddisfare un interesse e bisogno comune.
Cordialmente
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Katjuscia Manganiello Inserita il 12/03/2018 - 16:52

Ciao Federica,
forse il tuo ragazzo si è spaventato? Prova a parlare con chiarezza con lui affrontando il tema della convivenza non come ad un passo obbligato ma come ad una scelta condivisa.
Parlate delle vostre emozioni, anche tu ne avrai in merito, di cosa significa per voi lasciare la famiglia d'origine e come potete includerla nel vostro progetto di coppia.
Solo se pensate entrambi che la scelta della convivenza è giusta per voi in questo momento, allora potete metterla in pratica.
Datevi un po' di tempo, qualche mese per esempio, per capire cosa volete fare e come lo volete fare senza trascurare mai emozioni quali paure, sensi di colpa, preoccupazioni e altro.
Parlare con chiarezza vi aiuterà a capire, un caro saluto dr Katjuscia Manganiello